Bando del Comune per due giovani da inserire nelle attività sociali.
Un anno di lavoro a beneficio della comunità per 433 euro mensili

Ragazzi per il servizio civile

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Enrico Dugoni

Il Comune di Padenghe, ret­to dal sin­da­co è Gian­car­lo Alle­gri, ha pro­mosso due prog­et­ti per i gio­vani riguardante le politiche per il servizio civile.L’amministrazione comu­nale, forte di espe­rien­ze pas­sate più che pos­i­tive, umane e social­mente utili, ha pen­sato subito di pot­er usufruire di un’altra pos­si­bil­ità che lo Sta­to mette a disposizione.L’attività dei gio­vani in servizio civile può essere svol­ta da gio­vani di età com­pre­sa tra i 18 e i 28 anni; com­por­ta un impeg­no di 30 ore set­ti­manali ed una ret­ribuzione men­sile di 433 euro. Il Comune ha ottenu­to l’accreditamento come ente qual­i­fi­ca­to per essere sede del servizio e ha suc­ces­si­va­mente pre­sen­ta­to due prog­et­ti per l’inserimento di due gio­vani per un anno nel­la realtà comunale.Il pri­mo prog­et­to prevede l’impiego nell’attività dell’Informagiovani, uffi­cio che attual­mente tro­va spazio nel­la sede del­la Pro loco. La final­ità di questo uffi­cio è quel­la di fornire ai ragazzi del paese infor­mazioni utili rel­a­tive alle pos­si­bil­ità che ven­gono offerte loro riguardan­ti scuo­la, tem­po libero, man­i­fes­tazioni, ricer­ca del lavoro, vacanze, espe­rien­ze all’estero ed altro anco­ra. Il prog­et­to intende poten­ziare la fun­zione di pro­mozione e ori­en­ta­men­to di questo uffi­cio, a favore e sosteg­no delle deci­sioni future dei giovani.Il sec­on­do prog­et­to si inserisce nel molteplice mon­do dei , e prevede un per­cor­so for­ma­ti­vo di avvic­i­na­men­to e ges­tione delle prob­lem­atiche che quo­tid­i­ana­mente inter­es­sano questo asses­so­ra­to. La realtà in cui il ragaz­zo si tro­verà a lavo­rare spazia nelle diverse aree che riguardano anziani, minori, dis­abili e stranieri.Gli oper­a­tori del servizio civile con­tribuiran­no a far crescere la qual­ità dei servizi offer­ti alla comu­nità locale e a raf­forzare gli inter­ven­ti che il Comune mette a dis­po­sizione per le fasce più deboli del­la popo­lazione, ma anche a sup­port­are le politiche gio­vanili dell’assessorato.Il gio­vane che desidera vivere ques­ta impor­tante espe­rien­za annuale, deve pre­sentare apposi­ta doman­da all’ufficio servizi sociali del Comune, che pro­ced­erà a una suc­ces­si­va selezione in caso di più domande. Il servizio civile offre la pos­si­bil­ità di pot­er effet­tuare un’esperienza impor­tante per i gio­vani e di pot­er entrare in con­tat­to con nuove realtà dove pot­er­si met­tere in gio­co offren­do il pro­prio prezioso con­trib­u­to in un’ottica di solidarietà.Verrà data ampia dif­fu­sione dei prog­et­ti e delle modal­ità di acces­so all’esperienza, che prevede la pos­si­bil­ità di parte­ci­pare a tut­ti i gio­vani, anche non res­i­den­ti. L’esperienza dovrà iniziare a set­tem­bre 2007, per con­clud­er­si ad agos­to 2008. Per infor­mazioni riv­ol­ger­si all’Ufficio dei servizi sociali.

Parole chiave: