Riconfermato Giocosport 70 Comuni

Di Redazione

Si è tenu­to pres­so l’Au­di­to­ri­um Mod­e­na del­la Scuo­la Media Alber­ti, Man­to­va, il 7 giug­no un incon­tro di pre­sen­tazione ai diri­gen­ti e docen­ti delle scuole pri­marie man­to­vane del prog­et­to Gio­cosport 70 Comu­ni per l’an­no sco­las­ti­co 2013/2014.

Gio­cosport 70 Comu­ni è un prog­et­to che dal 1999 per­me­tte agli alun­ni delle scuole pri­marie man­to­vane di avvic­i­nar­si all’at­tiv­ità ludi­co moto­ria in ambito sco­las­ti­co, arrivan­do a coin­vol­gere cir­ca 16 mila ragazzi.

logo Gioco Sport

 

Fra i rela­tori del­l’in­con­tro era­no pre­sen­ti: Ser­gio Vernizzi, Uffi­cio per l’e­d­u­cazione moto­ria, fisi­ca e sporti­va del­l’Uf­fi­cio Sco­las­ti­co Regionale per la Lom­bar­dia, l’Asses­sore per la Provin­cia di Man­to­va, Arman­do Fed­eri­ci Cano­va, con­sigliere del­la e Cesari­no Squass­abia, coor­di­na­tore tec­ni­co provin­ciale CONI per il quadri­en­nio olimpi­co.

L’Asses­sore Zaltieri ha rib­a­di­to fin da subito che il prog­et­to è sta­to ricon­fer­ma­to per il nuo­vo anno sco­las­ti­co: “Gio­cosport è un prog­et­to strut­turale per la Provin­cia, in quan­to coin­volge tut­ti i comu­ni ed opera un’im­por­tante fun­zione di social­iz­zazione e attiv­ità moto­ria tra i più gio­vani”.

Gio­cosport ver­rà sostenu­to a par­tire dal prossi­mo anno sco­las­ti­co anche dal­la Fon­dazione Cen­tri Gio­vanili Don Mazzi, il cui rap­p­re­sen­tante all’in­con­tro, Arman­do Fed­eri­ci Cano­va, ha ricorda­to: “Gio­cosport è un prog­et­to uni­co nel suo genere che meri­ta di con­tin­uare ad essere un servizio fon­da­men­tale per i nos­tri bam­bi­ni. La Fon­dazione Cen­tri Gio­vanili Don Mazzi soster­rà Gio­cosport sia dal pun­to di vista eco­nom­i­co che con azioni di comu­ni­cazione”.

Ser­gio Vernizzi ha sot­to­lin­eato ai diri­gen­ti e docen­ti la neces­sità di una rior­ga­niz­zazione del­la strut­tura del prog­et­to:

  • da una parte ad ogni isti­tu­to ver­rà chiesto di sup­port­are, in com­ple­ta autono­mia, l’opera di un “esper­to moto­rio” per un monte ore com­p­lessi­vo min­i­mo cal­co­la­to sulle disponi­bil­ità eco­nomiche di ogni isti­tu­to;
  • dall’altra, la strut­tura di “gio­cosport 70 comu­ni” cur­erà la for­mazione degli esper­ti motori e dei docen­ti, l’orga­niz­zazione e la ges­tione delle man­i­fes­tazioni, il sosteg­no a even­tu­ali crit­ic­ità che dovessero emerg­ere e di tut­ti quegli gli aspet­ti legati alla pro­mozione ed alla vis­i­bil­ità delle attiv­ità prog­et­tuali.

Ques­ta rior­ga­niz­zazione prog­et­tuale dovrebbe porre le basi per una mag­giore respon­s­abi­liz­zazione delle scuole che aderiscono al prog­et­to, nel­l’ot­ti­ca di una sem­pre mag­giore inte­ri­or­iz­zazione del prog­et­to da parte degli stes­si isti­tu­ti sco­las­ti­ci man­to­vani. Cesari­no Squass­abia ha infine affer­ma­to di impeg­nar­si nel recu­pero dei finanzi­a­men­ti region­ali già asseg­nati in prece­den­za a Gio­cosport, ma al momen­to in posizione incer­ta.