Inizia con la Sisley Treviso il duro rash finale per la Bossini Wlf Montichiari.

Sconfitta in casa per la Bossini

04/03/2001 in Sport
Di Luca Delpozzo
Federica Delpozzo

Inizia con la Sis­ley Tre­vi­so il duro rash finale per la Bossi­ni Wlf Mon­tichiari. E inizia con una scon­fit­ta in casa, forse un po’ ama­ra per la quan­tità di errori banali commes­si. Ben 9 pun­ti con­ces­si agli avver­sari nel solo ulti­mo set! Se si pen­sa che è ter­mi­na­to 25–20 per la Sis­ley si può ben capire la pos­si­bil­ità get­ta­ta di gio­car­si la gara. Comunque una pallavo­lo di medio liv­el­lo da entrambe le par­ti. Nes­suna delle due squadre è sta­ta impec­ca­bile ed ognuna ha commes­so i suoi errori. Buoni sprazzi di pallavo­lo, ma anche errori, soprat­tut­to in casa Mon­tichiari, che si vedono con facil­ità ai liv­el­li gio­vanili, ma che in una squadra di serie A non dovreb­bero esser­ci. Pal­loni las­ciati cadere per delle inde­ci­sioni su chi li deve pren­dere non sono ammis­si­bili. Nonos­tante questo la Bossi­ni ha dato prove di buona pallavo­lo recu­peran­do varie volte il pun­teg­gio con dei parziali notevoli. Buono il muro e il pal­leg­gio, male però il gio­co di squadra. Poca orga­niz­zazione è costa­ta la par­ti­ta. I pun­teg­gi dei tre set: 19–25, 26–28, 20–25. Ora aspet­tano Casa Mod­e­na, Itas Diatec trenti­no, ma soprat­tut­to la leader del cam­pi­ona­to Alpi­tour Cuneo. Buono l’arbitraggio dei sig­nori Menegh­i­ni e Mas­saro. Pre­sen­ti 1885 spet­ta­tori, un buon numero, ma molto lon­tano da quel­lo di qualche anno fa. Spe­ri­amo che almeno per il gran finale ci sia un afflus­so mag­giore, per­ché la pallavo­lo ha bisog­no di sosteg­no, soprat­tut­to la Bossi­ni per trovare final­mente un’identità di squadra.