Segantini: tecnica e significato delle immagini”, conferenza ad Arco di Annie-Paule Quinsac

19/10/2015 in Attualità
Parole chiave: -
Di Redazione

Nel­l’am­bito del prog­et­to Segan­ti­ni e Arco il MAG,in col­lab­o­razione con il Mart, pro­pone una con­feren­za di appro­fondi­men­to su Gio­van­ni Segan­ti­ni a cura di Annie-Paule Quin­sac dal tito­lo Segan­ti­ni: tec­ni­ca e sig­ni­fi­ca­to delle immag­i­ni, che si ter­rà mer­coledì 21 otto­bre 2015 alle ore 20.30 alla Gal­le­ria Civi­ca G. Segan­ti­ni di Arco.

Per l’oc­ca­sione, nel­la gior­na­ta di mer­coledì 21 otto­bre, la Gal­le­ria Civi­ca G. Segan­ti­ni rimar­rà aper­ta dalle ore 13.00 alle ore 21.00.

La nota stu­diosa, Pro­fes­sor Emeri­ta del­l’U­ni­ver­si­ty of South Car­oli­na, pro­por­rà una let­tura di alcune opere di Gio­van­ni Segan­ti­ni attra­ver­so l’anal­isi del­la tec­ni­ca usa­ta.

L’artista era, infat­ti, soli­to scegliere il tipo di tec­ni­ca (pen­nel­la­ta, mate­ri­ali, col­ori, tavoloz­za) a sec­on­da del sogget­to, del­l’idea o del­l’e­mozione che vol­e­va trasmet­tere, sub­or­di­nan­do sem­pre l’at­to cre­ati­vo all’im­mag­ine che ne dove­va sca­turire.

Con l’in­vi­to ad Arco del­l’es­per­ta di Gio­van­ni Segan­ti­ni, il MAG pros­egue nel­l’in­ten­to di val­oriz­zare la Gal­le­ria Civi­ca non solo quale spazio espos­i­ti­vo, ma anche quale luo­go di ricer­ca, incon­tro e rac­col­ta di mate­ri­ali e rif­les­sioni sul pit­tore nato ad Arco nel 1858. La con­feren­za di Annie-Paule Quinsac,Professor Emeri­ta del­l’U­ni­ver­si­ty of South Car­oli­na, fa segui­to infat­ti alla gior­na­ta di stu­dio Segan­ti­ni. Scrit­ture d’al­ta quo­ta, svoltasi lo scor­so aprile e ded­i­ca­ta alla for­tu­na crit­i­ca di Segan­ti­ni nei Pae­si di lin­gua tedesca.

Segan­ti­ni e Arco

Un rin­no­va­to alles­ti­men­to e un pro­gram­ma espos­i­ti­vo e di ricer­ca con­fluis­cono nel prog­et­to Segan­ti­ni e Arco, real­iz­za­to in col­lab­o­razione con il Mart Museo di arte mod­er­na e con­tem­po­ranea di Tren­to e Rovere­to e cura­to da Alessan­dra Tid­dia.

La Gal­le­ria Civi­ca G. Segan­ti­ni di Arco, che ha ria­per­to nel mese di mar­zo 2015 con un nuo­vo per­cor­so espos­i­ti­vo ospi­ta­to nel sei­cen­tesco Palaz­zo Pan­ni, ripor­ta­to alla luce nel­la bellez­za dell’architettura orig­i­nale, intende posizionar­si come cen­tro di ricer­ca entro una rete vir­tuale cos­ti­tui­ta dalle prin­ci­pali isti­tuzioni che con­ser­vano opere di Segan­ti­ni e dagli stu­diosi che si occu­pano dell’artista.

Il nuo­vo dis­play espos­i­ti­vo si apre con la Segantini.map, una postazione inter­at­ti­va che con­sente di inter­rog­a­re tutte le collezioni pub­bliche nel mon­do che possiedono opere di Segan­ti­ni, nav­i­gare nei siti di questi musei e visu­al­iz­zare a pieno scher­mo i cap­ola­vori dell’artista ivi con­ser­vati.

Parole chiave: -