San Francesco e San Giovanni ritornano sui muri del Frassino

Si è concluso il restauro voluto dall’Inner Wheel

Di Luca Delpozzo
(g.b.)

Le pale raf­fig­u­ran­ti San Francesco e San Gio­van­ni Bat­tista, opera del pit­tore Andrea Bertan­za da Salò, sono tor­nate ad adornare la parete sin­is­tra del­la cap­pel­la del­la Madon­na, al San­tu­ario del Frassi­no. Le due tele, infat­ti, sono ritor­nate nel­la loro sede orig­i­nar­ia dopo il restau­ro finanzi­a­to dalle sig­nore dell’Inner Wheel di Peschiera e del Gar­da veronese, club che dal 1988 si ded­i­ca al recu­pero del pat­ri­mo­nio artis­ti­co del San­tu­ario. «Con questi ulti­mi due inter­ven­ti sono sal­i­ti ad otto i quadri che abbi­amo fat­to restau­rare qui al Frassi­no», ha sot­to­lin­eato la pres­i­dente Anna Alle­gri Boni­ni, «una tradizione des­ti­na­ta a rin­no­var­si: i restau­ra­tori, infat­ti, han­no già inizia­to il lavoro sul­la tela posizion­a­ta pro­prio tra le due pale che oggi inau­guri­amo». L’intervento sulle pale è sta­to segui­to dal­la dot­tores­sa Anna Mala­vol­ta, ispet­tore del­la Soprint­en­den­za per i beni artis­ti­ci e stori­ci, e real­iz­za­to da Mar­i­an­gela Avesani e Ivan Cris­tiani. «Non pos­si­amo che plaud­ere all’impegno dell’Inner Wheel a favore del San­tu­ario e dell’intera comu­nità di Peschiera e dei fedeli che annual­mente lo vis­i­tano», ha det­to il padre guardiano Pio Pran­d­i­na. «C’è allo stu­dio un prog­et­to per il rifaci­men­to dell’illuminazione inter­na del­la chiesa; quan­do sarà real­iz­za­to siamo cer­ti che anche questo con­tribuirà a dare ulte­ri­ore risalto alle opere, che han­no ritrova­to l’antico splen­dore gra­zie a tan­ta gen­erosità». L’Inner Wheel è con­tem­po­ranea­mente impeg­na­to con un ser­vice in ambito sociale. Per il 2005 è sta­to ver­sato un con­trib­u­to al Cesaim (cen­tro salute immi­grati di Verona).