Migliaia di volontari e operatori della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa provenienti da tutto il mondo parteciperanno all'evento evocativo. Presenti anche 25 bambini di Haiti accolti in Italia dalla CRI

Solferino 2010”: domani sera, sabato 26 giugno, la tradizionale fiaccolata. Parteciperà anche Guido Bertolaso.

25/06/2010 in Attualità
Di Luca Delpozzo

Nel­l’am­bito di “Solferi­no 2010”, even­to in cor­so fino al 27 giug­no a Solferi­no (Man­to­va) che vede ogni anno riu­nir­si migli­a­ia di volon­tari e oper­a­tori del­la Croce Rossa e Mez­za­lu­na Rossa nei luoghi del­la stor­i­ca­battaglia del 1859 che ispirò ad Hen­ry Dunant l’idea di Croce Rossa,si svol­gerà domani sera la XVII edi­zione del­la Fiac­co­la­ta, sug­ges­ti­va pro­ces­sione che riper­corre sim­boli­ca­mente il tragit­to dei soc­cor­ri­tori che trasportarono i fer­i­ti da Solferi­no al pri­mo avam­pos­to medico a Cas­tiglione delle Stiviere.Al cor­teo, che par­tirà alle ore 20.00 da Piaz­za Castel­lo di Solferi­no e per­cor­rerà cir­ca 12 km fino a Piaz­za Duo­mo a Cas­tiglione, parteciper­an­no il Com­mis­sario Stra­or­di­nario del­la Francesco Roc­ca, il Sin­da­co di Solferi­no Ger­mano Big­not­ti e per l’oc­ca­sione sarà pre­sente anche il Capo del­la Gui­do Bertolaso.Prenderanno inoltre parte alla pro­ces­sione 25 bam­bi­ni haitiani con i loro famil­iari giun­ti in Italia lo scor­so mese di gen­naio dopo il sis­ma che scon­volto Haiti e accolti pres­so la Croce Rossa Ital­iana di Civitel­la d’Agliano (Viterbo).“L’evento è il cul­mine di una set­ti­mana — ha det­to il Com­mis­sario Stra­or­di­nario del­la Croce Rossa Ital­iana Francesco Roc­ca — che ha rap­p­re­sen­ta­to un impor­tante momen­to di for­mazione, di con­fron­to, dis­cam­bio di idee, di espe­rien­ze e conoscen­ze. Dal 20 giug­no scor­so si sono tenu­ti cor­si di dirit­to inter­nazionale uman­i­tario, pre­sen­tazione di strate­gie da adottare in caso di dis­as­tri, ses­sioni di raid cross (il gio­co di ruo­lo per inseg­nare il dirit­to uman­i­tario ai ragazzi), incon­tri ed even­ti che han­no avu­to l’o­bi­et­ti­vo di preparare gli uomi­ni e le donne del Movi­men­to Inter­nazionale del­la Croce Rossa e del­la Mez­za­lu­na Rossa ad affrontare le sfide uman­i­tarie di oggi e di domani”.“A nome del­la cit­tad­i­nan­za che rap­p­re­sen­to – ha det­to il Sin­da­co di Solferi­no Ger­mano Big­not­ti  — voglio dare il mio salu­to di ben­venu­to atut­ti i volon­tari del­la Croce Rossa che parte­ci­pano a questo even­to stori­co. Il grande suc­ces­so ottenu­to lo scor­so anno con il pri­mo Vil­lag­gio Uman­i­tario a Solferi­no ci ha con­sen­ti­to di orga­niz­zare l’edi­zione 2010all’insegna del­la con­ti­nu­ità. Anche il ritorno del­la Fiac­co­la­ta sul per­cor­so orig­i­nario, che con­di­vidi­amo, ci vedrà impeg­nati con la Croce Rossa Ital­iana in nuove attiv­ità per i prossi­mi anni”.La Fiac­co­la­ta rap­p­re­sen­ta uno degli appun­ta­men­ti più atte­si nel­l’am­bito di“ Solferi­no 2010”. Dal 1992 ogni anno migli­a­ia di volon­tari prove­ni­en­ti da tut­to il mon­do parte­ci­pano a questo avven­i­men­to forte­mente evoca­ti­vo con le inseg­ne delle rispet­tive Soci­età Nazion­ali di Croce Rossa e MezzalunaRossa.Nelle ore prece­den­ti la parten­za del­la pro­ces­sione, la cit­tad­i­nan­za di Solferi­no orga­nizzerà attiv­ità di accoglien­za per i parte­ci­pan­ti.