Inaugurata la «Porta sull’Europa» che fornirà informazioni anche per il comprensorio del Baldo.
La Provincia fissa un caposaldo turistico all’uscita dell’autostrada

Tutto il Garda in un ufficio

08/06/2007 in Attualità
A Affi
Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Annamaria Schiano

Il paese si aggiu­di­ca da poco il tito­lo di «Cit­tà Tur­is­ti­ca» e la Provin­cia raf­forza con l’ inau­gu­razione di un nuo­vo uffi­cio tur­is­ti­co al servizio dell’intero com­pren­so­rio. Ieri mat­ti­na numerose autorità han­no parte­ci­pa­to al taglio del nas­tro del­la nuo­va sede di infor­mazione e accoglien­za turistica.Sul fronte dell’edificio, a gran­di carat­teri, l’insegna con scrit­to «Infor­mazioni -Gar­da». L’ufficio si tro­va all’angolo dell’autogrill dell’Agip all’uscita del casel­lo autostradale di Affi, in via San Pieret­to 83: posizione strate­gi­ca per inter­cettare il traf­fi­co in tran­si­to. Il nuo­vo pun­to infor­mazioni è dota­to di un como­do parcheg­gio e di uno spazio ester­no che sarà attrez­za­to con verde e pan­chine per con­sen­tire ai vis­i­ta­tori una como­da sos­ta; 35 metri qua­drati di super­fi­cie per il ses­to uffi­cio Iat del­la Provin­cia aper­to in poco tem­po, di cui gli ulti­mi due in un mese: quel­lo di Gar­da e ora di Affi. Fra quindi­ci giorni inoltre, ne sarà aper­to un altro a Capri­no, che servirà anche la Comu­nità del Baldo.«Questo nuo­vo Iat», ha spie­ga­to il pres­i­dente del­la Provin­cia, Elio Mose­le, «si aggiunge agli altri 19 del­la Provin­cia. In questi mesi abbi­amo pun­ta­to ad atti­vare pun­ti infor­mazioni alle porte di Verona, come con l’ufficio del­la stazione fer­roviaria e del­l’aere­o­por­to. Con la stes­sa idea siamo qui ora ad Affi, por­ta di ingres­so del Bal­do-Gar­da. Tante per­sone si sono prodi­gate per questo uffi­cio, ringrazi­amo tut­ti, per­chè Affi è la vera por­ta sull’Europa».Il sin­da­co di Affi, Rober­to Bonomet­ti, ha sot­to­lin­eato: «È un orgoglio inau­gu­rare questo pun­to tur­is­ti­co: siamo in un pas­sag­gio impor­tante ed offrire­mo infor­mazioni per tut­ti i pae­si vici­ni. La pri­ma cosa che vedono i tur­isti è questo ingres­so, per questo devono pen­sare che è un luo­go bel­lo e non un pos­to di per­ife­ria». Anche l’asses­sore provin­ciale Lau­ra Pog­gi, res­i­dente ad Affi, ha ricorda­to l’importanza del­la nuo­va instal­lazione tur­is­ti­ca. Pre­sen­ti all’inaugurazione molti rap­p­re­sen­tan­ti isti­tuzion­ali: il pres­i­dente del­la Comu­nità Mon­tana, Cipri­ano Castel­lani, che ha spie­ga­to: «Questo uffi­cio si riv­olge anche al Bal­do, che deve trovare la gius­ta val­oriz­zazione e non essere sem­pre sec­on­dario al ».Sul­la stes­sa lunghez­za d’onda il pres­i­dente del­la Funi­via di Mal­ce­sine, Giuseppe Ven­turi­ni, che ha ricorda­to i 400 mila passeg­geri annu­ali che sal­go­no sul Bal­do a Mal­ce­sine. Sulle vetrine del nuo­vo uffi­cio anche le immag­i­ni del­la seg­giovia di Pra­da, rap­p­re­sen­ta­ta ieri dal pres­i­dente Mar­co Bis­ag­no. Ani­ma­tore dell’inaugurazione, l’am­min­is­tra­tore uni­co di «Provin­cia Verona Tur­is­mo srl», Loris Daniel­li, che ha ringrazi­a­to tut­ta la squadra che ha parte­ci­pa­to agli alles­ti­men­ti dei nuovi uffi­ci Iat.Il vicepres­i­dente del­la Provin­cia, Anto­nio Pas­torel­lo, ha rie­vo­ca­to la sin­er­gia tra isti­tuzioni e oper­a­tori alberghieri per l’attivazione dei nuovi uffi­ci. Han­no parte­ci­pa­to all’in­au­gu­razione del­lo sportel­lo Bal­do-Gar­da anche i sin­daci dei Comu­ni vici­ni di Cavaion, Coster­mano e Gar­da, il neo elet­to pres­i­dente del­l’U­nione alber­ga­tori del Gar­da, Anto­nio Pasot­ti, insieme a numerosi ammin­is­tra­tori locali. Zeni Simone, pres­i­dente alber­ga­tori Gar­da-Coster­mano-Affi, ha sot­to­lin­eato come sia già sta­ta impor­tante l’affluenza di uten­ti al nuo­vo uffi­cio all’uscita del casel­lo autostradale, aper­to al pub­bli­co da un mese.

Parole chiave: -