Certificazione istituita dalla Camera di Commercio per le strutture ricettive

Un marchio di qualitàper sette alberghi

17/09/2008 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Sergio Barzerla

Sono sette gli alberghi lacisien­si che han­no guadag­na­to quest’anno il mar­chio di qual­ità per aver cen­tra­to in pieno il decal­o­go «pro­fes­sion­ale» che la Cam­era di Com­mer­cio di Verona ha isti­tu­ito per entrare nell’«eccellenza» delle strut­ture ricettive provin­ciali. Sono l’hotel Can­grande, Casa Mia, Giuli­et­ta e Romeo, Lazise, Smer­al­do, Vil­la Can­signo­rio e Res­i­dence Hotel Olimpia. Un decal­o­go molto det­taglia­to che evi­den­zia una mira­ta atten­zione alla qual­ità del servizio, alla comu­ni­cazione, alla corte­sia del personale,all’arredamento, agli acces­sori e perfi­no alla modal­ità di paga­men­to e alla chiarez­za nel­la let­tura del con­to che l’esercente presenta.L’undicesima edi­zione del pre­mio ha indi­vid­u­a­to ben 112 strut­ture alberghiere meritevoli di fre­gia­r­si del­la «Q» per aver rag­giun­to tra­guar­di di eccel­len­za. Rap­p­re­sen­ta per gli ospi­ti un pun­to di rifer­i­men­to chiaro ed imme­di­ata­mente com­pren­si­bile sul­la qual­ità ospi­tale delle imp­rese alberghiere. È infat­ti una garanzia per il tur­ista che, al di là del­la clas­si­fi­cazione regionale, ha la pos­si­bil­ità di val­utare le diverse offerte ospi­tali ed iden­ti­fi­carne le carat­ter­is­tiche. Le aspet­ta­tive e le richi­este dei cli­en­ti, mon­i­torate attra­ver­so il costante con­trol­lo degli stan­dard di qual­ità moti­vano e sti­molano quo­tid­i­ana­mente tut­ta l’attività degli oper­a­tori turistici.Ben 67 di queste strut­ture sono garde­sane. Ven­ticinque sono ubi­cate a Mal­ce­sine, undi­ci a Bardolino,otto a Tor­ri del Bena­co, sette a Lazise, sei a Gar­da e quat­tro a Peschiera del Gar­da. Seguono Coster­mano, Bren­zone e Castel­n­uo­vo del Gar­da con una sola unità.Lazise si sta ulte­ri­or­mente qual­i­f­i­can­do in capac­ità ricetti­va. Sono infat­ti in fase di real­iz­zazione due nuovi alberghi che ampli­er­an­no l’offerta tur­is­ti­ca. Oltre ai campeg­gi, ben 11 tra Lazise ePacengo.Intanto una nuo­va seg­nalet­i­ca tur­is­ti­ca è sta­ta col­lo­ca­ta a cura dell’associazione degli alber­ga­tori e dei campeg­gia­tori. Indi­ca tutte le strut­ture ricettive pre­sen­ti nel capolu­o­go. In tut­to dieci campeg­gi, seg­nalati con le rispet­tive stelle di cat­e­go­ria e di apparte­nen­za. È sta­ta col­lo­ca­ta nel­lo slargo esistente sul­la stra­da provin­ciale 5, Verona-lago, all’incrocio con via Sal­vo d’Acquisto, attiguo alla caser­ma dei . Da 4 a 2 stelle. Sono in tut­to dieci.Diciasette sono invece gli alberghi mes­si a dis­po­sizione del panora­ma tur­is­ti­co inter­nazionale che si muove sul ter­ri­to­rio lacisiense. Una offer­ta che si arti­co­la da una fino a 4 stelle. Un ven­taglio di disponi­bil­ità per tutte le tasche e per qual­sivoglia stan­nd­ing di clientela.Una analo­ga seg­nalazione è pre­sente da alcu­ni anni sul ter­ri­to­rio di Pacen­go, poco pri­ma dell’accesso all’abitato del­la frazione, per chi per­corre la stra­da Regionale Grade­sana Ori­en­tale, in direzione Lazise. «Un altro tas­sel­lo che le asso­ci­azioni di cat­e­go­ria han­no volu­to pre­sentare al grande mon­do del tur­is­mo», spie­ga l’assessore al tur­is­mo ed agli spet­ta­coli Clau­dio Bertoldi.

Parole chiave: