Oggi nel pomeriggio la caratteristica manifestazione remiera

Un Palio per la Befana:le bisse in gara sul lago

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
SE.ZA.

Oggi nel gol­fo di Mader­no, dalle ore 14 in poi, si dis­put­erà il 13esimo «Palio del­la Befana», che arriverà dal lago, in bar­ca. Orga­niz­zano la soci­età Remiera, che fa capo al pres­i­dente Pao­lo Rosi­na e ai fratel­li Big­not­ti, insieme al Comune e all’Associazione che riu­nisce varie attiv­ità economiche.Alla sfi­da parteciper­an­no una dozzi­na di equipag­gi. Cor­rono su «bisse» a due, denom­i­nate gon­do­le garde­sane. Vogano in pie­di, nel­la clas­si­ca rema­ta alla vene­ta. Han­no garan­ti­to la loro pre­sen­za gli armi di Gargnano, Peschiera, Gar­done Riv­iera e la squadra locale. All’inizio si dis­put­er­an­no delle prove elim­i­na­to­rie, sul­la dis­tan­za di 150 metri, allo scopo di ril­e­vare i tem­pi e definire la suc­ces­si­va griglia di parten­za per la finalis­si­ma, che si svol­gerà su un trat­to più lun­go, da piaz­za San Mar­co alla Benela (ver­so Fasano) e ritorno. Ci sarà anche una gara a cronometro, ris­er­va­ta al «drag­on boat», con due rema­tori e un timoniere.Il pomerig­gio sarà ral­le­gra­to da un grup­po di ani­ma­tori, piaz­za­ti davan­ti alla chiesa par­roc­chiale, all’inizio del lun­go­la­go. I bam­bi­ni avran­no la pos­si­bil­ità di parte­ci­pare alla baby dance, gus­tan­do panet­toni, bib­ite e lec­cornie di ogni genere. Alla rius­ci­ta del clas­si­co appun­ta­men­to han­no dato un buon con­tribuito negozianti, arti­giani, eser­centi, orga­niz­zan­do una lot­te­ria abbina­ta alla rega­ta, coi bigli­et­ti dis­tribuiti tra i loro clienti.Nell’occasione ver­ran­no infine pre­miati i vinci­tori del con­cor­so «Insieme per Natale», giun­to alla 14esima edizione.I grup­pi (scuole, ora­tori, asso­ci­azioni varie), i pri­vati e i ragazzi sono sta­ti chia­mati a preparare pre­sepi nelle case, sui bal­coni, sot­to le piante, in mez­zo alle aiuole, vis­i­bili dai passanti.La giuria, com­pos­ta da Bruno Fes­ta, Raf­fael­la Gui­da e Andrea Tedeschi, ha sti­la­to la grad­u­a­to­ria, in base all’originalità, ai mate­ri­ali imp­ie­gati e alla manualità.I pri­mi (l’Associazione «Lib­era­mente» col loro lavoro allesti­to nel sot­topas­sag­gio, Ser­gio Cru­cianel­li, i bam­bi­ni del­la mater­na di Ceci­na) ricev­er­an­no 500 euro cias­cuno. I sec­on­di (i gio­vani di Gaino nel­la vec­chia canon­i­ca, Rober­to Castelli­ni, i bam­bi­ni dell’asilo di Gaino) 400, i terzi (gli alla chiesa di Campei di Cima, Gior­gio Cav­allera, i ragazzi delle Medie) 200 euro.

Parole chiave: