Grazie a Fondazione comunità Bs. Sostegno pomeridiano per la lingua e i compiti

Un progetto per inserire i bimbi stranieri

Di Luca Delpozzo
Enrico Grazioli

Già tre anni era sta­to introdot­to nel­la scuo­la ele­mentare di Padenghe il “Prog­et­to Bus­so­la: la pre­ven­zione nel­la scuo­la pri­maria”, ora la Fon­dazione Comu­nità Bres­ciana ha riconosci­u­to e pre­mi­a­to un altro prog­et­to dell’Assessorato ai . Ques­ta vol­ta è rel­a­ti­vo all’integrazione dei bam­bi­ni e ragazzi stranieri nel­la scuo­la ele­mentare e media attra­ver­so un sosteg­no pomerid­i­ano di alfa­bet­iz­zazione, di aiu­to nel­lo svol­gi­men­to dei com­pi­ti e di lavoro per la creazione di un effi­cace meto­do di studio.IN ORARIO extrasco­las­ti­co saran­no atti­vati un ciclo di inter­ven­ti for­ma­tivi e di sosteg­no didat­ti­co da set­tem­bre a mag­gio ai minori stranieri e un pari inter­ven­to for­ma­ti­vo riv­olto alle famiglie degli stu­den­ti e anche ad altri adul­ti, con par­ti­co­lare atten­zione al coin­vol­gi­men­to del­lo madri spes­so iso­late tra le mura domes­tiche sen­za relazioni con gli abi­tan­ti locali. L’o­bi­et­ti­vo è di fornire gli stru­men­ti lin­guis­ti­ci nec­es­sari per l’in­te­grazione nel­la classe e nel­la comu­nità, ovvero pro­muo­vere il suc­ces­so for­ma­ti­vo e pre­venire il dis­a­gio. In par­al­le­lo sono pre­visti aiu­ti agli stu­den­ti ital­iani con dif­fi­coltà di apprendi­men­to e seg­nalati dal con­siglio di classe.Per i ragazz­i­ni si passerà da una pri­ma alfa­bet­iz­zazione a per­cor­si più piani­fi­cati per il miglio­ra­men­to qual­i­ta­ti­vo delle com­pe­ten­ze lin­guis­tiche e allo svilup­po dell’autonomia nell’assolvimento degli impeg­ni sco­las­ti­ci. Oltre che per il miglio­ra­men­to delle conoscen­ze lin­guis­tiche, gli adul­ti potran­no pren­dere parte a lezioni sul­l’or­di­na­men­to leg­isla­ti­vo in par­ti­co­lare la Costituzione.PER IL PROGETTO i minori saran­no affi­dati al per­son­ale inseg­nante selezion­a­to dall’amministrazione comu­nale, che per gli adul­ti si avvar­rà del­la col­lab­o­razione del Cen­tro Ter­ri­to­ri­ale di Istruzione Per­ma­nente e la for­mazione in età adul­ta di Cal­ci­na­to. «Inve­stire­mo con estrema atten­zione i 5600 euro accor­dati», dichiara l’assessore ai servizi sociali , «I numerosi bisog­ni che il ter­ri­to­rio man­i­fes­ta non pos­sono essere igno­rati, purtrop­po la scar­sità delle risorse non per­me­tte sem­pre un rispos­ta adegua­ta e i finanzi­a­men­ti di enti come la Fon­dazione del­la Comu­nità Bres­ciana sono per il Comune un toccasana».