Dalle antiche pievi romaniche alla futura «governance».
Domani mattina a Desenzano

«Un solo Garda» L’identità storica da riscoprire.

14/03/2008 in Convegni
Di Luca Delpozzo
E.GR.

Il Gar­da è un ter­ri­to­rio uni­co? La rispos­ta a domani mat­ti­na, quan­do Palaz­zo Tode­s­chi­ni di Desen­zano ospiterà il con­veg­no «Comu­ni­care il ter­ri­to­rio: val­oriz­zazione e pro­gram­mazione». L’inizia­ti­va nasce come pros­e­cuzione del­la ricer­ca svol­ta da Rena­ta Sal­varani, docente del­l’ cat­toli­ca del Sacro Cuore.Il Gar­da può essere con­sid­er­a­to uni­tario a prtire dal pat­ri­mo­nio stori­co. Le pievi, i castel­li, i musei, i reper­ti romani e le ville rinasci­men­tali sul Gar­da cos­ti­tu­is­cono un sis­tema cul­tur­ale dif­fu­so, che pri­ma va stu­di­a­to, poi comu­ni­ca­to e val­oriz­za­to, infine pro­pos­to in chi­ave tur­is­ti­ca. Il ter­ri­to­rio garde­sano è vis­to come «cit­tà dif­fusa», un’idea uni­taria. La ricer­ca, nata in ambito acca­d­e­mi­co, è sta­ta finanzi­a­ta da Comu­nità del Gar­da, e Comu­ni di Padenghe e Desenzano.«Mentre dal­l’ester­no è ben per­cepi­bile un’i­den­tità comune, che non è lom­bar­da né vene­ta né trenti­na, ma sem­plice­mente garde­sana — spie­ga Emanuele Gius­tac­chi­ni asses­sore alla cul­tura di Desen­zano — gli oper­a­tori cul­tur­ali e gli stes­si ammin­is­tra­tori colti­vano inizia­tive di set­tore che non riescono a met­tere in rete la ric­chez­za del nos­tro territorio».Con questo con­veg­no Desen­zano avvia a un prog­et­to per la pro­mozione del­l’i­den­tità garde­sana, nelle prossime set­ti­mane toc­cherà a Padenghe.Il con­veg­no si ter­rà a iniziare dalle 9.15 fino alle 13. I con­tribu­ti spazier­an­no dal­la pre­sen­tazione del prog­et­to sul­la sto­ria e l’i­den­tità del Gar­da alle strate­gie di comu­ni­cazione e pro­mozione del ter­ri­to­rio, alla tutela del­l’ar­chitet­tura del pae­sag­gio, alla gov­er­nance di baci­ni interregionali.Le prospet­tive per il Gar­da saran­no dis­cusse dalle 12 con gli asses­sori provin­ciali Lau­ra Pog­gi (Verona) e Arman­do Fed­eri­ci Cano­va (Man­to­va), Bruno Fausi­ti­ni ( bres­ciano), Lui­gi Lonar­di (Asso­ci­azione colline moreniche) e Mau­ro Grazi­oli del­la riv­ista «Som­mo­la­go». La mat­ti­na­ta sarà chiusa da Aventi­no Frau, pres­i­dente del­la Comu­nità del Garda.

Commenti

commenti