Dono dell'"Associazione Gardesana per lo Studio e Prevenzione dei Tumori Onlus"

Una nuova vettura per gli operatori de “Le cure palliative Domiciliari UCPDom”

Parole chiave:
Di Redazione

L’Associazione Garde­sana per lo Stu­dio e la Pre­ven­zione dei Tumori Onlus” da oltre trent’anni opera in cam­po onco­logi­co soste­nen­do prog­et­ti di ricer­ca e donan­do attrez­za­ture san­i­tarie e di sup­por­to logis­ti­co nonché con­tribu­ti eco­nomi­ci alle realtà san­i­tarie pub­bliche e pri­vate dell’area gardesana.
Nei giorni scor­si il Pres­i­dente dell’Associazione Dr. , accom­pa­g­na­to dal­la Vicepres­i­dente Giu­liana Ghi­di­ni Zaglio, ha con­seg­na­to alla Fon­dazione Madon­na del Cor­lo di Lona­to del Gar­da una vet­tura Fiat Pan­da, nuo­va, che servirà agli oper­a­tori per effet­tuare le Cure Pal­lia­tive Domi­cil­iari UCP­Dom (Unità Cure Pal­lia­tive Domiciliari).
Un’opportunità preziosa per portare assis­ten­za domi­cil­iare alle per­sone che sof­frono di patolo­gie onco­logiche e sosteg­no alle loro famiglie che spes­so devono affrontare un per­cor­so cari­co di angosce e timori.
Il servizio di Cure Pal­lia­tive Domi­cil­iari affer­ente al repar­to Agape è atti­vo dal 2019 e la deci­sione di donare una vet­tura ad esso ded­i­ca­ta si pone l’obiettivo di miglio­rare e poten­ziare l’operatività del per­son­ale per portare pres­so l’abitazione del mala­to sia assis­ten­za di carat­tere medico, infer­mieris­ti­co e riabil­i­ta­ti­vo che sup­por­to psi­co­logi­co e socio assistenziale.
“In qual­ità di Pres­i­dente del­la Asso­ci­azione Garde­sana Stu­dio e Pre­ven­zione Tumori sono gra­to ai Mem­bri del Con­siglio e ai nos­tri Sosten­i­tori che con la loro gen­erosità ci con­sentono di real­iz­zare queste impor­tan­ti inizia­tive”. “La nos­tra Asso­ci­azione è aper­ta a chi­unque volesse avvic­i­nar­si ed even­tual­mente iscriver­si, con­tin­ua Bianchi, per­ché il con­trib­u­to non solo eco­nom­i­co ma anche di idee, moti­vazione ed impeg­no per­son­ale è fon­da­men­tale per rag­giun­gere i pic­coli — gran­di tra­guar­di che dan­no un sen­so alla nos­tra realtà associativa”.

Parole chiave: