Col contributo del comune ed il lavoro dei soci rimessi a nuovo in via Degasperi i locali dell'associazione nata nel 1949

Una sede rinnovata per il Comitato Rione Degasperi

20/12/2003 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

La più anziana delle asso­ci­azioni di quartiere attive nel comune di Riva ‑il Comi­ta­to Rione Degasperi fonda­to nel ’49 e rina­to dalle sue ceneri nel 1972- ha fes­teggia­to la con­quista d’u­na sede pro­pria, sen­za la coabitazione (per­al­tro non par­ti­co­lar­mente sof­fer­ta) cui è sta­to costret­to fino­ra. Al pian­oter­ra del­l’ed­i­fi­cio comu­nale di via Segan­ti­ni, da tren­t’an­ni Us Rione e Comi­ta­to si sparti­vano i locali. Con l’in­au­gu­razione del nuo­vo cen­tro sporti­vo inti­to­la­to a Cesare Mal­ossi­ni, la soci­età sporti­va ha trasfer­i­to armi e bagagli al Due Giug­no, a due pas­si dal cam­po sporti­vo dove si svol­go­no allena­men­ti e par­tite. L’ap­par­ta­men­to è sta­to com­ple­ta­mente ristrut­tura­to: il comune ci ha mes­so un con­trib­u­to ed i soci si sono rim­boc­cati le maniche ed effet­tua­to i lavori nec­es­sari. Alla fine del­la scor­sa set­ti­mana, pre­sen­ti le autorità comu­nali, il par­ro­co don Lui­gi ha benedet­to la sede ed augu­ra­to al pres­i­dente Ezio Buon­aluce ed alla fol­ta rap­p­re­sen­tan­za di soci pre­sen­ti di con­tin­uare sul­la stra­da che li ha por­tati fin qui. Il Comi­ta­to orga­niz­za la fes­ta rionale, dieci giorni all’in­seg­na del­l’am­i­cizia, con una serie di inizia­tive ‑gas­tro­nomiche in prim­is- che con­sentono di finanziare tut­to il resto del­l’at­tiv­ità: lumi­nar­ie e bab­bi natale con la slit­ta, il brulè dopo la Mes­sa di mez­zan­otte a Natale, ed il sosteg­no a quat­tro mis­sion­ari: padre Mod­e­na, padre Galas, padre Dori­gat­ti ed in Tanzania.

Parole chiave: