Un corso con l’associazione «Aglio e peperoncino»

Una «Takipirina»che regala un sorriso

Di Luca Delpozzo

Vivere riden­do, essere più gioioso, cre­ati­vo ed entu­si­as­ta, abbrac­cia­re la vita, godere e non sof­frire: «materie» molto par­ti­co­lari ma che sono quelle di base per il cor­so di «Ridi che ti pas­sa», al via il 2 otto­bre a Polpe­nazze e orga­niz­za­to da Nice Bono­mi, la dot­tores­sa «Takipi­ri­na» del­l’as­so­ci­azione «Aglio e peper­on­ci­no»; il cor­so dur­erà fino a giug­no seguen­do una caden­za settimanale.La onlus ha sede in via Aglera 18 ed è nata nel 1993 dal diret­to inseg­na­men­to del dot­tor Patch Adams, con l’o­bi­et­ti­vo sociale di sosteg­no e svilup­po del­l’in­di­vid­uo. Da anni svolge attiv­ità di comi­coter­apia-clown­ter­apia negli ospedali dove ha miglio­ra­to la degen­za e favorito la gua­ri­gione di tante per­sone. «Ridi che ti pas­sa», invece, è un’”iniziazione” alla comi­coter­apia per risco­prire il gus­to e la capac­ità di rid­ere, far rid­ere, dare e rice­vere emozioni. Il cor­so è aper­to a tut­ti e attra­ver­so eser­cizi basati sul gio­co con­sente di ritrovare la risa­ta inte­ri­ore, ad affrontare la vita con il sor­riso sulle lab­bra, a trovare sem­pre il lato pos­i­ti­vo delle situ­azioni. E al ter­mine del cor­so gli allievi potran­no andare negli ospedali come volon­tari del­la comi­coter­apia. «Ho conosci­u­to l’as­so­ci­azione nelle piazze in cui era pre­sente — spie­ga Mau­ra che ora quan­do può por­ta il sor­riso nei repar­ti, ricor­dan­do che nuovi volon­tari sono sem­pre ben accetti — poi ho fat­to il cor­so: davvero, è impos­si­bile descriver­lo»; «Un’esperienza uni­ca che con­tin­uerà», aggiunge Giu­liana. Per infor­mazioni: 347 — 6521224 oppure www.aglioepeperoncino.it.E.GR.