Sorgerà vicino al Palageorge. Due tribune, l’impianto potrà ospitare fino a 3mila persone

Velodromo in pista: aprirà a fine 2005

17/04/2004 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Francesco Di Chiara

Ieri mat­ti­na è sta­to uffi­cial­mente aper­to il cantiere dei lavori per il nuo­vo velo­dro­mo provin­ciale nelle vic­i­nanze del di Mon­tichiari. Al taglio del nas­tro era­no pre­sen­ti il pres­i­dente del­la Provin­cia Alber­to Cav­al­li con l’assessore allo Sport Alessan­dro Sala: la Provin­cia ha finanzi­a­to l’opera con 2 mil­ioni di euro. Accan­to a loro il sin­da­co di Mon­tichiari Gianan­to­nio Rosa con gli asses­sori. Ma in questi anni chi ha mag­gior­mente spin­to per avere ques­ta strut­tura, impor­tante sia per gli sportivi che gareg­giano su pista che su stra­da, aper­to quin­di alle centi­na­ia di soci­età ciclis­tiche che costel­lano la nos­tra provin­cia, sono sta­ti soprat­tut­to il pres­i­dente provin­ciale del­la fed­er­azione ciclis­ti­ca Gian­ni Poz­zani ed il pres­i­dente nazionale Gian­car­lo Ceruti che ieri han­no avu­to parole di elo­gio «per una lun­ga sto­ria fini­ta bene, dopo almeno dieci anni dal giorno in cui venne pen­sato il prog­et­to per dare ad una delle province ital­iane più impeg­nate nel mon­do del ciclis­mo una strut­tura adegua­ta che potrebbe presto clas­si­fi­car­si tra le migliori in Europa». Tra le autorità pre­sen­ti al taglio del nas­tro anche il con­sigliere regionale Giao­van­maria Floc­chi­ni e l’ex asses­sore provin­ciale Rober­to Faustinel­li, ma vi era­no anche cam­pi­oni del ciclis­mo, diri­gen­ti impor­tan­ti come i fratel­li Bre­goli (anche loro fau­tori del nuo­vo velo­dro­mo) ed il pres­i­dente del Coni Ugo Ranzetti. La dit­ta incar­i­ca­ta avrà 600 giorni di tem­po per real­iz­zare l’im­por­tante strut­tura e quin­di potrà essere pronta a fine 2005. Nel frat­tem­po si dovrà pen­sare alla sua ges­tione, un prob­le­ma non di poco con­to che non è anco­ra sta­to piani­fi­ca­to. Il velo­dro­mo sarà dota­to di due tri­bune, una cop­er­ta e l’al­tra scop­er­ta, spoglia­toi, servizi gen­er­ali e due curve grad­i­nate che potran­no ospitare ben 3000 per­sone. La pista sarà lun­ga 250 metri e larga 7,35 con l’ag­giun­ta di 75 cen­timetri ris­er­vati alla fas­cia di riposo. Avrà una pen­den­za del 13% e l’anel­lo ver­rà real­iz­za­to 5 metri sot­to il liv­el­lo del ter­reno per con­sen­tire il cor­ret­to svol­gi­men­to delle corse anche in pre­sen­za del vento.

Parole chiave: