Ventimila Euro dalla bocciofila Lazise al mondo del volontariato

24/11/2018 in Attualità
Parole chiave:
Di Sergio Bazerla

Det­to e fat­to. I bonifi­ci sono sta­ti ese­gui­ti e le somme sono state accred­i­tate ai quat­tro ben­e­fi­cia­ri che la Boc­ciofi­la Lazise ha deciso di des­tinare al momen­to del­lo sciogli­men­to del sodal­izio sporti­vo nel pre­ciso rispet­to delle norme statu­tarie. Des­tinare tut­to il pro­prio pat­ri­mo­nio al mon­do del volontariato.

Com­p­lessi­va­mente sono sta­ti elar­gi­ti ven­tim­i­la euro a dei sogget­ti che oper­a­no nel mon­do del volon­tari­a­to e del­la mis­sion­a­r­i­età nel­l’area garde­sana ed in Africa.

Ad ognuno è sta­ta des­ti­na­ta una som­ma di cinquemi­la euro.

All’As­so­ci­azione La Nos­tra Casa onlus di San Benedet­to di Lugana per il sosteg­no delle attiv­ità ai diver­sa­mente abili, all’Amo  -Gar­da Miki De Beni di Bar­dolino per il sosteg­no alle attiv­ità di cura domi­cil­iare agli ammalati onco­logi­ci. Alla San Mar­ti­no in calle una som­ma iden­ti­ca che però dovrà essere con­seg­na­ta alla suo­ra lacisiense mis­sion­ar­ia Suor Bruna Imel­da Sabai­ni che opera da anni in Ango­la. Infine all’ex par­ro­co di Lazise, ora mis­sion­ario in Ciad ” fidei don­um” Don Achille Boc­ci per le attiv­ità legate alla mis­sione, in par­ti­co­lare la real­iz­zazione di un poz­zo per attinzione dell’acqua.

Abbi­amo scel­to di appog­gia­r­ci alla San Mar­ti­no in Calle per Suor Bruna Imel­da — spie­ga il pres­i­dente Bruno Crestani — per­ché sap­pi­amo che la onlus ha un filo diret­to con la suo­ra mis­sion­ar­ia in quan­to sostiene da anni il prog­et­to “lat­te mater­no” e vor­rem­mo potesse essere poten­zi­a­to  e continuato.”

Dob­bi­amo davvero ringraziare gli ami­ci del­la Boc­ciofi­la Lazise per questo sig­ni­fica­ti­vo dono, del tut­to inaspet­ta­to — sot­to­lin­ea Francesco Gia­r­di­na de La Nos­tra Casa — e che ci con­sen­tirà di pros­eguire nel­l’azione volu­ta dal com­pianto Don Bruno Pozzetti nel sosteg­no dei diver­sa­mente abili e di tan­ti altri sogget­ti disagiati.”

Appe­na avu­ta la notizia di ques­ta azione del­la Boc­ciofi­la Lazise ho capi­to che l’AMO è pro­prio ama­ta sul ter­ri­to­rio — spie­ga la pres­i­dente Car­la De Beni — e che questi gio­ca­tori han­no davvero capi­to la nos­tra mis­sion. Il cuore del­la nos­tra gente è sem­pre molto grande e ci fa sem­pre mer­av­igliare strepi­tosa­mente in misura positiva.”“Conosco da vici­no gli ami­ci del­la boc­ciofi­la — sog­giunge l’asses­sore Clau­dio Bertol­di — e so quan­to siano sta­ti cer­tosi­ni nel­la ges­tione del­la asso­ci­azione e questi sono i risul­tati di anni di  buona gestione.”

Parole chiave: