giovedì, Maggio 23, 2024
HomeAttualitàBaldo, il ritorno

Baldo, il ritorno

Tornerà a salpare sulle acque del lago di Garda la motonave Baldo. Non sarà la storica del 1900, dalla quale peraltro ne ha preso oltre al glorioso nome anche la storica campana, ma la nuovissima nave costruita dal cantiere Mondo Marine di Savona presso il cantiere navale di Peschiera del Garda. Domenica mattina la cerimonia inaugurale presso la sede della Navigarda di Desenzano con benedizione del nuovo mezzo e poi in servizio sulle rotte medio e basso Garda.

A darne notizia lo stesso Direttore della sede di Desenzano della Navigarda Ing. Paolo Mazzucchelli fornendoci anche alcuni dati essenziali del nuovo mezzo: portata massima 460 persone con 431 posti a sedere di cui 165 al coperto; posti ristorante 121 in coperta e 44 nella saletta del ponte superiore. Lunghezza fuori tutto m 45,00; larghezza metri 8,70. Velocità massima 25 chilometri orari.

La prima versione del “Baldo” porta la data del 1900 mentre negli anni successivi vengono portate alcune importanti modifiche strutturali come, nel 1925,la trasformazione in motonave ad elica, con motori diesel. nello stesso anno vengono demoliti gli scafi a ruote Agostino De Pretis e il Benaco. Al Baldo, nel 1956, vengono forniti, racconta Francesco Ogliari nella sua miliare opera in 5 volumi”La navigazione sui laghi italiani”, motori Fiat A256S. nel 2010 la “Baldo” venne messa fuori servizio e demolita.

In esclusiva alcune foto della prima navigazione della Baldo 2014

Articoli Correlati

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video