giovedì, Giugno 13, 2024
HomeManifestazioniMostreC’era una volta... Sergio Leone
Inaugurata l’esposizione gardesana, che resterà aperta fino al 29 maggio, prima di andare a Roma. A palazzo Callas la mostra delle foto di Dino Jarach, scattate sui «set-western»

C’era una volta… Sergio Leone

«Gli artisti rappresentano oceani infiniti di rara bellezza». La frase, detta anni fa da Papa Giovanni Paolo II, è stata ripresa ieri pomeriggio da Michele Nocera al taglio del nastro della mostra su Sergio Leone nelle immagini di Dino Jarach, in omaggio a questi due straordinari personaggi del cinema e della fotografia, accomunati in un percorso di oltre 90 fotografie, in rigoroso bianco e nero, esposte nelle due sale di Palazzo Callas a Sirmione. Prima dell’inaugurazione, alla presenza dei curatori Michele Nocera e Daniel Jarach (figlio di Dino), dello sceneggiatore e costumista Carlo Leva (ha collaborato con i più grandi registi dal neorealismo fino agli ultimi anni), del sindaco Maurizio Ferrari e di altre personalità, c’era stato un dibattito al Grand Hotel Terme sul fenomeno-western italiano, con Fabio Testi e numerosi giornalisti della stampa specializzata. «La mostra di Sirmione – ha detto il figlio di Jarach – propone una serie di fotografie tratte dagli archivi di mio padre, scattate sul set del film «C’era una volta il West», mai uscite prima d’ora. Dopo Sirmione, che ha fatto da battistrada, la rassegna andrà a Roma. Intendo poi portarla anche alla Mostra del Cinema di Cannes, per celebrare la figura di Sergio Leone». Che la mostra sia destinata al successo lo si è visto già ieri, quando palazzo Callas si è ben presto gremito di visitatori, incantati dalle foto di Jarach e incuriositi dai proiettori, dalle cineprese, dalle selle, dalle armi appartenute agli artisti ed allo stesso regista in quel western magistrale che segnò la consacrazione definitiva del regista romano. Così ricorda Leone un altro uomo di cinema, Carlo Leva. «Ho lavorato con lui in tutti i western, ma ancor prima in «Sodoma e Gomorra», è stato geniale e per fortuna ora Sirmione gli ha dedicato una mostra: giusto così». Leva ha collaborato anche con Matarazzo (celebri i suoi film con Amedeo Nazzari e Yvonne Sanson), Fellini, Dino Risi, Steno e, da ultimo, con Dario Argento. Una novità di questa mostra (che resterà aperta fino al 29 maggio dalle ore 15 alle 19, festivi anche al mattino dalle 10 alle 12, ingresso gratuito) è rappresentata dallo spazio multimediale in cui vengono proiettati in continuità sequenze di film di Leone, con contributi di critici cinematografici. Affascinante, comunque, resta la sequela di foto di Dino Jarach scattate con la sua inseparabile Nikon. Ne escono i personaggi di Henry Fonda, Jason Robards, Claudia Cardinale, affascinante forse ancor di più di quanto lo fosse già stata da giovanissima nel «Gattopardo».

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video