lunedì, Febbraio 26, 2024
HomeAttualitàCroce rossa, doppio evento
Il presidente Massimo Barra ha ricevuto il riconoscimento della giuria, alla presenza del presidente internazionale Juan Manuel Suarez del Toro

Croce rossa, doppio evento

È stato un pomeriggio davvero speciale, quello di ieri, per Torri del Benaco. Infatti, a margine della quarta edizione del «Premio culturale Sandro Bevilacqua», ideato dal giornalista e avvocato Giovanni Masciola, nipote del compianto big di Rai e carta stampata sepolto ad Albisano, e coordinato da Cinzia Pagano, al castello scaligero è stata allestita la mostra per il centenario di fondazione del Corpo delle infermiere volontarie della Croce Rossa.La mostra, che resterà al castello fino al 27 luglio, è curata nel dettaglio dal capitano Fabio Zucconi, venuto apposta da Gorizia.«Oggi ho avuto un doppio, grandissimo onore», ha commentato il graduato. «Abbiamo potuto annoverare infatti tra i visitatori della nostra mostra il presidente nazionale della Croce Rossa Massimo Barra, e anche quello internazionale, lo spagnolo Juan Manuel Suarez del Toro».Il capo internazionale del più famoso corpo di volontari, la cui opera di soccorso è apprezzata in tutto il mondo, ha fatto tappa a Torri proveniente da Solferino, dove si è tenuta la fiaccolata in ricordo della famosa battaglia. Il 24 giugno 1859 infatti, l'esercito franco-sardo riuscì ad avere la meglio su quello austriaco e, con questa vittoria, praticamente si concluse la seconda guerra d'Indipendenza italiana. A quella battaglia presero parte circa 200 mila uomini ed è considerata la seconda battaglia più grande dopo quella di Lipsia del 1813. Anche da questi numeri, oltre che per il significato che ebbe per l'Italia, si può capire l'importanza della commemorazione storica.«Il giorno successivo quella battaglia, di cui nel 2009 ricorrerà il 150° anniversario», ha commentato il capitano Zucconi, «Henry Dunant ebbe l'ispirazione di fondare la Croce Rossa Internazionale, che prese vita poi materialmente nel 1864 a Ginevra».«Molto bella la mostra e bellissima l'iniziativa», ha commentato Juan Suarez del Toro mentre visitava la sala del castello, nelle cui sale è possibile ammirare un ampio repertorio di oggetti relativi all'attività della Croce Rossa. E da parte del presidente internazionale non sono mancate neppure le lodi per la «bellezza di Torri del Benaco, che non avevo mai visitato nè conoscevo».Durante l'incontro, al quale era presente anche Massimo Barro, «colui che ha impresso una nuova svolta alla gestione della », come ha commentato Giovanni Masciola, spiegando «che per questo è stato premiato dalla giuria del Bevilacqua, presieduta dal vicedirettore del tg 1 Roberto Rossetti», sono state anche messe a punto le strategie per il 2009. Nel 150° anno della battaglia di Solferino infatti la Croce Rossa sarà presente nella cittadella lombarda con l'allestimento di sette campi.

Articolo precedente
Articolo successivo
Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Dello stesso argomento

- Advertisment -

Ultime notizie

Ultimi Video