sabato, Luglio 20, 2024
HomeAttualitàDesenzano del Garda al Festival della lentezza di Colorno con sette comuni...

Desenzano del Garda al Festival della lentezza di Colorno con sette comuni bresciani

Il Comune di Desenzano del Garda, che da quest’anno fa parte dei Comuni Virtuosi d’Italia per le sue buone pratiche e l’impegno a favore dell’ambiente, di una migliore qualità della vita e di uno sviluppo economico sostenibile, parteciperà per la prima volta al Festival della lentezza, dal 12 al 14 giugno a Colorno (Parma).

Questo Festival dell’Associazione nazionale Comuni Virtuosi vedrà coinvolti ben otto Comuni bresciani (rappresentando il 10% dei partecipanti): oltre a Desenzano, ci saranno Acquafredda, Berlingo, Malegno, Padenghe sul Garda, Paderno Franciacorta, Rudiano e Tignale.

Ciò che ci insegnano fin da piccoli è che bisogna fare presto e noi lombardi l’abbiamo imparato alla perfezione. La tecnologia, che ha sempre promesso di liberare l’uomo dalle costrizioni delle attività banali e ripetitive, usata male non ci ha aiutato, ma ci ha resi schiavi di nuovi riti. Il Festival della lentezza si pone quindi di richiamare l’attenzione sull’importanza delle relazioni, del godimento delle cose terrene, delle contemplazione del mondo intorno a noi, della bellezza che ancora esiste.

Parafrasando la famosa frase del principe Miskin nell’Idiota di Dostoevskij, uno dei tanti incontri proposti all’interno del Festival di Colorno cercherà infatti di far emergere e condividerle le buone pratiche di tante realtà, grandi e piccole, per salvarle, moltiplicarle, valorizzarle. E Desenzano del Garda sarà tra questi esempi.

Il mondo si salva se riesce a salvare il bello, e anche il volto bello dell’“altro”. Per chi si impegna a governare una città la sfida è salvare la bellezza che esiste, in natura, nelle tracce della storia, nelle persone, nelle imprese, nelle attività umane. Non in tutte e non in tutto quello che esiste: la difficoltà sta proprio in questo, nel cogliere i segni per definire uno “scenario”, qualcosa che ancora non si vede ma si intuisce come positivo.

«Definire “un futuro possibile” richiede una certa dose di fiducia ed è un compito diffuso, che coinvolge la società e la classe politica, in primis. Per fare questo occorre una visione etica e culturale dell’ambiente, dove qualità della vita e sviluppo economico devono trovare il loro equilibrio, per il bene comune del territorio e della sua gente», afferma il sindaco Rosa Leso. «La partecipazione del Comune di Desenzano al Festival della lentezza – continua – è il primo frutto di un importante traguardo per la nostra città, al cui raggiungimento l’amministrazione ha lavorato sin dalla sua prima delibera di giunta, e grazie alla collaborazione della popolazione e delle associazioni del nostro territorio. Implementare sempre più le azioni virtuose per migliorare la qualità dell’ambiente e della vita dei nostri concittadini è una missione che desideriamo condividere e rafforzare ulteriormente, perché Desenzano merita il meglio».

 

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video