mercoledì, Giugno 19, 2024
HomeAttualitàEcobonus 2021 per la riqualificazione energetica: le novità del Decreto Rilancio

Ecobonus 2021 per la riqualificazione energetica: le novità del Decreto Rilancio

Lo stato mette a disposizione un bonus per i vari interventi di riqualificazione energetica, un incentivo importante volto ad abbattere gli sprechi energetici, e per andare incontro non solo alle bollette ma anche al pianeta che ci ospita. È davvero il caso di approfittare dell’ecobonus 2021 previsto dal Decreto Rilancio, anche per via del fatto che la riqualificazione energetica aumenta il valore economico della casa. Vediamo quindi di approfondire questo tema così interessante.

I dettagli relativi al bonus per la riqualificazione energetica

Il cosiddetto Ecobonus 2021, previsto dal nuovo Decreto Rilancio, prevede una detrazione del 65% delle spese effettuate per riqualificare un immobile secondo le nuove disposizioni sulle classi energetiche. La lista dei possibili interventi la scopriremo insieme più avanti, ma qui conviene elencare altre informazioni utili inerenti all’ecobonus 2021.

Si fa ad esempio riferimento alla ripartizione delle spese in dieci rate annuali, e alla possibilità di aumentare le detrazioni al 110% (superbonus) a fronte di specifici investimenti e interventi, che possano consentire il “salto” di 2 classi energetiche. In pratica, qualsiasi intervento in grado di aumentare la suddetta classe permette a chi svolge i lavori di contare su una facilitazione economica sostanziosa (tramite detrazione IRPEF o IRES).

Interventi detraibili, importi massimi e altre informazioni utili

La lista degli interventi detraibili, e utili per aumentare l’efficientamento energetico dell’edificio, è molto lunga e contempla ad esempio l’installazione degli infissi termoisolanti, o del cappotto termico per la coibentazione dell’edificio. Nell’elenco si trovano anche altre opzioni, come la sostituzione della vecchia caldaia con un impianto di nuova generazione, oppure l’installazione di dispositivi di ultima generazione come i termostati smart, per il controllo a distanza delle temperature.

Per quanto riguarda la caldaia, attualmente è possibile sostituire il vecchio modello inquinante con uno nuovo, ovviamente rivolgendosi agli operatori che aderiscono all’iniziativa dell’Ecobonus, ovvero aziende che propongono offerte sull’acquisto delle caldaie, come ENGIE, ad esempio, che nel proprio listino vanta anche alcuni modelli a minor impatto ambientale. Alla lista degli interventi detraibili si aggiunge naturalmente anche l’installazione degli impianti fotovoltaici e dei pannelli solari rientra in questa lista di interventi concessi, e lo stesso vale per le schermature solari.

Un discorso a parte va fatto per gli importi massimi di spesa, che devono sempre rispettare certi tetti. Il tetto previsto per la riqualificazione energetica delle case già esistenti è pari a 153.846 euro, con una detrazione di 100 mila euro, mentre per gli interventi sulle sezioni esterne non si può superare un tetto pari a 92.307 euro (con una detrazione di 60 mila euro). Infine, la sostituzione degli impianti di climatizzazione non può superare un tetto di 46.153 euro, con una detrazione di 30 mila euro. Ad ogni modo, conviene informarsi a fondo leggendo i documenti ufficiali.

Nessun Tag Trovato
Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video