Home Manifestazioni Avvenimenti Fondazione ricorda Germano Farà studiare i bambini poveri

Fondazione ricorda Germano Farà studiare i bambini poveri

Veneto, Lombardia e Sicilia uniti dal calcio in memoria di un grande imprenditore alberghiero. È stato presentato ieri mattina in municipio (ed ha preso subito il via: per il dettaglio degli incontri rinviamo alle pagine sportive) il quarto trofeo Germano Chincherini categoria allievi dedicato al fondatore della Parc Hotels Italia con strutture ricettive a Taormina, Letojanni, Giardini Naxos, Limone, Malcesine e Bardolino. Un impero di oltre 3.500 posti letto che dà lavoro a circa 500 persone tra dipendenti fissi e stagionali. «Germano aveva solo la quinta elementare ma possedeva grande capacità manageriale, una memoria ferrea, e una grande lungimiranza turistica», ha raccontato il cugino Antonio Girardi presente in sala in rappresentanza della moglie trattenuta in Kenya dove, come consuetudine, riceve una volta all’anno tutti i suoi collaboratori. La generosità di Chincherini è stata invece ricordata dall’assessore allo sport di Letojanni Eugenio Bonsignore che non ha mancato di rimarcare come la disoccupazione sia scomparsa nel piccolo paese a pochi chilometri da Taormina grazie alle strutture ricettive create dall’albergatore nativo di Limone. E nel nome di Chincherini è sorta una fondazione che si occupa del diritto allo studio di bambini poveri oltre a finanziare varie attività religiose. Nel coro dei ricordi non è venuta meno la testimonianza del sindaco di Bardolino Armando Ferrari, del vice Valter Rizzi e del primo cittadino di Pastrengo Giorgio Benamati. A prendere la parola anche Antonio Cannavò, fratello del più celebre Candido, ex direttore della Gazzetta dello Sport, in rappresentanza della squadra dell’Atletico Catania che assieme alla Benaco calcio, Letojanni e Limonsese chiuderanno oggi pomeriggio il quadrangolare di calcio. Alla sera al Parc Hotel Gritti il gran galà finale alla presenza di tutti gli atleti e i dirigenti.

Nessun Tag Trovato

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Exit mobile version