martedì, Aprile 23, 2024
HomeAttualitàGARDA UNO, VIA LIBERA AL DEPURATORE DI TREMOSINE
A META' LUGLIO IL BANDO PER LA GARA D'APPALTO, A SETTEMBRE I CANTIERI. Comincioli: "Adesso subito l'adeguamento delle tariffe e l'affidamento della gestione"

GARDA UNO, VIA LIBERA AL DEPURATORE DI TREMOSINE

Garda Uno SpA annuncia il via libera all’intervento per la realizzazione del nuovo depuratore di Tremosine, che completerà in pratica il sistema di raccolta gardesano delle acque nere portando a regime la situazione anche per quanto concerne i comuni dell’Alto Garda. Il depuratore avrà la potenzialità di 25 mila abitanti equivalenti ed andrà in pratica a chiudere il cerchio del collettamento primario sul lago di Garda. “E’ la grande scommessa per il futuro del Garda – afferma il presidente Gianfranco Comincioli, spiegando che l’azienda ha in programma un investimento da 5 milioni di euro, che copriranno i primi due lotti di lavori (su un totale di tre lotti): questo grazie ad un’operazione di project financing che andrà ad integrare lo stanziamento pubblico per l’opera con fondi privati. In sostanza, tale operazione si è concretizzata con la presentazione a Garda Uno da parte di una ditta privata di una proposta di realizzazione e di gestione della complessa struttura di Tremosine. Garda Uno ha effettuato le necessarie verifiche tecnico-finanziarie prima di stabilire la correttezza della proposta, che è stata all’ordine del giorno del consiglio di amministrazione di Garda Uno di GIOVEDI’ 30 GIUGNO. In questa occasione, il Cda dell’azienda ha riconosciuto in pratica la validità della proposta, e, come richiesto dalla legge quando si verifica la prospettiva di integrare finanziamenti privati e pubblici, ha emanato una delibera che ha sancito il “pubblico interesse” dell’opera. Un passaggio essenziale per aprire l’iter che entro una quindicina di giorni porterà alla pubblicazione del bando di concorso. E’ importante chiarire che il soggetto che ha avanzato la proposta a Garda Uno rimarrà comunque vincolato alla realizzazione e alla gestione dell’opera anche qualora la gara d’appalto andasse deserta. Cosa già successa del resto più di un anno fa quando, anche a causa dell’oggettiva difficoltà di realizzazione dell’opera, venne presentata una sola proposta e l’appalto non potè quindi essere assegnato. In quest’occasione invece, quandanche la gara dovesse andare deserta, Garda Uno avrà espletato le necessarie procedure burocratiche che consentiranno comunque l’assegnazione dell’appalto al soggetto già individuato nell’operazione di project financing. Ciò significa che entro settembre i cantieri per la realizzazione del depuratore di Tremosine verranno comunque sicuramente aperti, sia che i lavori vengano assegnati al soggetto già individuato o ad un altro soggetto partecipante alla gara.A questo grande intervento, destinato ad imprimere una svolta decisiva alla qualità delle acque del lago di Garda, si affiancheranno ulteriori interventi di miglioramento sul depuratore di Peschiera, già appaltati, volti sia ad adeguare idraulicamente la capacità del depuratore sia a migliorare la qualità dello scarico finale, con l’obiettivo di raggiungere valori di azoto e fosforo compatibili con quelli previsti nelle aree sensibili ai fenomeni di eutrofizzazione.A fronte di queste importanti novità, il presidente di Garda Uno Gianfranco Comincioli non manca tuttavia di esprimere grande preoccupazione per i ritardi dell’A.T.O. (Ambito Territoriale Ottimale) in materia di affidamento della gestione del ciclo idrico ai soggetti interessati. “E’ una decisione che non è più possibile rimandare – ha detto Comincioli, sottolineando che questo passaggio deve anche coincidere con l’adeguamento della tariffa del ciclo idrico. “Garda Uno – ha detto Comincioli – sta ancora lavorando sulle tariffe medie di quattro anni fa, ma con i costi di oggi. E questo non è più pensabile in una situazione delicata come quella gardesana, dove il mancato adeguamento delle tariffe rischia di mettere a rischio anche fondamentali investimenti sul ciclo idrico ed in particolare sulla collettazione che influiscono direttamente sulle condizioni ambientali del lago e su quelle di benessere dei suoi cittadini”.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Dello stesso argomento

- Advertisment -

Ultime notizie

Ultimi Video