lunedì, Febbraio 26, 2024
HomeAttualitàGardesana, auto fermeSi scatena l’agente 007
Veneto Strade ha diffuso il calendario delle chiusure della strada, dal 15 al 21 aprile, durante le riprese del film su James Bond

Gardesana, auto fermeSi scatena l’agente 007

Arriva Bond, James Bond. In realtà, «stuntmen» e controfigure. Lui, Daniel Craig – 007, come la fascinosa Olga Kurylenko, saranno, salvo imprevedibili apparizioni lampo, altrove. Si vedranno benissimo invece, a Peschiera, Garda, Torri e Malcesine, i cartelli di divieto e i segnali di deviazione del traffico nei giorni delle riprese. E non per poche ore: si va dal 15 al 21 aprile, con modalità e tempi diversi. Una sola alternativa per spostarsi sull'alta Gardesana Orientale: usare la motonave, i «buchi» tra un ciak e l'altro o restare reclusi in casa. Il «quantum of solace», il po'di sollievo che sta nel titolo del film, pare una battuta. Chi riderà?La società veneziana Mestiere Cinema, per conto della produzione cinematografica britannica «B22 Ltd», d'intesa col Comune di Malcesine e la Società Laghi, ha garantito, per l'arco di giorni interessati dalle riprese, il servizio di due motonavi, da e per Torbole, allo scopo di garantire, spiega un comunicato di Veneto Strade, «a studenti e lavoratori di raggiungere le proprie destinazioni con il minor disagio possibile». L'assessore allo sport del capoluogo veronese dell'alto Garda, Rocco Testa, aveva confermato di recente i «contatti continui» con la produzione di «Quantum of solace» e un'attenzione particolare «per l'aspetto della sicurezza, per evitare che si passi dalla finzione a drammi veri».Ma se non un dramma, reale sarà di certo il disagio per i residenti nel comprensorio interessato dalle riprese. Assicurate le emergenze, ovvero il passaggio di ambulanze, mezzi di soccorso e delle forze dell'ordine, resta il problema degli spostamenti delle persone comuni; di chi lavora e studia altrove e in quei giorni si troverà a fare i conti con una strada bloccata e con l'unico supporto del «bypass» con motonave.Di fatto, sulla Gardesana e nelle sue gallerie affacciate sulle onde, dovrebbero svolgersi (la trama e la scenografia sono avvolte nel mistero e affidate, volutamente, più che altro al «gossip») inseguimenti ad alta tensione, con un maxi incidente finale, per cui si parla di una trentina tra auto e camion coinvolti. Negli hangar che ospitano le vetture ci sono le Aston Martin, sorta di «marchio» immancabile per un film di «007» e, dicono i bene informati, anche una serie di Alfa 159. In buona parte destinate al macello. Veneto Strade mette le cose in chiaro: «La società “Mestiere Cinema” sarà responsabile», sottolinea dirigente dell'area manutenzione, Ivano Zattoni, «di eventuali danni derivanti alla strada e a terzi». Con esclusione, si precisa, anche di «qualsiasi pretesa o molestia, anche in sede giudiziaria». Ovvero: se la Gardesana, alla fine delle riprese, sembrerà un campo di battaglia non sarà la società, partecipata dalla Regione, a doverne risistemare i cocci.Cosa accadrà non è ben chiaro. L'«entourage» della produzione non lascia filtrare indiscrezioni. In compenso, dalle fonti più «prossime», si alza una cortina fumogena di voci (che qualcuno ammette del tutto voluta) su movimenti e contenuti delle riprese. Anche questo fa parte della scenografia di un film con «007».Il timore più grave, per chi vive sull'alto lago, resta comunque legato agli spostamenti: per almeno tre dei giorni interessati saranno sostanzialmente impossibili, in una fascia chilometrica ristretta quanto altrimenti invalicabile. Chi si consola con il «ritorno d'immagine» per il Benaco lasci perdere. Neppure un cartello «gardesano» si dovrebbe vedere sullo schermo. Ma è solo un voce. Una delle tante. Misteriosa come tutto, del resto, intorno a Bond-007.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Dello stesso argomento

- Advertisment -

Ultime notizie

Ultimi Video