giovedì, Giugno 13, 2024
HomeManifestazioniMostreGasparo, nel 400° dalla morte
Con l'inaugurazione della mostra e il concerto di stasera prendono il via gli appuntamenti promossi dal Comune. Per la prima volta nella cittadina gardesana gli strumenti originali del Maestro, tra cui il violino "Ole Bull"

Gasparo, nel 400° dalla morte

Musica e arte per rendere omaggio al “suo” Gasparo Bertolotti da Salò. Così la cittadina gardesana, con il patrocinio del Ministero dei Beni Culturali, della Regione Lombardia e della Provincia di Brescia, celebra i 400 anni dalla morte del grande maestro di liuteria, il cui anniversario cade il prossimo 14 aprile Già da oggi e fino al 26 sarà un susseguirsi di appuntamenti, a cominciare dalla fantastica mostra che verrà inaugurata in serata (alle ore 18) presso la Sala dei Provveditori, nel Palazzo municipale (detto anticamente “Palazzo della Magnifica Patria”). Per la prima volta a Salò, si potranno ammirare alcuni strumenti originali di Gasparo; su tutti il violino di Ole Bull, amico di Listz e di Mendelssohn. Mitica è la storia di questo strumento e delle sue vicende musicali e catastrofiche, tanto da subire anche un naufragio. È tra l’altro anche la prima volta che il violino esce dalla città norvegese di Berghen.Gasparo da Salò è stato un personaggio studiato da organologi, liutai, concertisti, musicologi e storici dell’arte, apprezzato oltre che dagli specialisti, anche da studiosi di storia patria, musicofili e curiosi nonché da turisti culturali di ogni nazione che sempre più visitano questi luoghi. I suoi strumenti sono stati apprezzati dalle migliori corti europee dell’epoca e dai più grandi geni musicali per le loro meravigliose qualità sonore quali Ludwig van Beethoven, e sono stati, fin dall’antichità, tra i più copiati al mondo, dalla scuola tedesca, inglese e francese e più recentemente da quella americana e giapponese nonché negli ultimi anni anche da quella cinese.La mostra, curata da Flavio Dassenno e intitolata “Gasparo architetto del suono”, si pone l’obiettivo di rilanciare gli studi e la ricerca sulla figura del sommo liutaio. Verrà introdotta alle 17.30 nella Sala consiliare con la presentazione del volume descrittivo dedicato all’esposizione. Sarà visitabile tutti i giorni dalle ore 9.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19.30 (per informazioni: assessorato alla Cultura del Comune di Salò, tel. 0365-296834; Pro loco di Salò, tel. 0365-20506Alle 18.30, sempre nella Sala dei Provveditori, ci sarà un altro momento importante: il concerto curato dal maestro Roberto Codazzi, con il duo di musicisti bresciani composto da Luca Ranieri, prima viola dell’Orchestra Nazionale della Rai, che suonerà una viola di Gasparo da Salò e il pianista Gerardo Chimini, su musiche di Bach e Brahms. Durante il concerto verrà presentata la programmazione dell’”Estate Musicale del Garda Gasparo da Salò”, ovvero il 51° Festival Violinistico Internazionale.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video