mercoledì, Maggio 29, 2024
HomeAttualitàImmagini e spot sul satellite per far conoscere il Benaco
Convegno promosso dall’associazione «Meridiana» per individuare proposte in grado di rilanciare l’economia turistico-commerciale. L’assessore regionale Piergianni Prosperini: «Più impegno per attirare gente anche nei periodi morti»

Immagini e spot sul satellite per far conoscere il Benaco

Se qualcuno lunedì sera si aspettava, dalla pur blasonata schiera di relatori invitata dall’associazione «Meridiana», qualche proposta concreta su come far uscire dalla crisi turistico-commerciale Desenzano, è andato sicuramente deluso. Anche se, nelle parole del suo organizzatore Enrico Frosi, si è trattato di un primo appuntamento al quale seguiranno degli altri per affrontare insieme – commercianti, albergatori e istituzioni – la crisi che sta spingendo in un tunnel profondo la città. Erano stati invitati nella nuova sala teatrale «Alberti» (di proprietà della famiglia Bergamaschi) oggi gestita dalla società Teatriz, gli assessori regionali Franco Nicoli Cristiani e Pier Gianni Prosperini, l’assessore provinciale Riccardo Minini e Margherita Peroni, consigliere in Broletto, quindi i rappresentanti delle categorie (Ascom, Confesercenti, Albergatori e Pro Loco). Nicoli Cristiani, atteso a Valeggio sul Mincio per partecipare al «cenone» con Berlusconi, si è intrattenuto pochi minuti. È toccato a Prosperini, desenzanese, lanciare in platea qualche proposta che solo più in là potrà essere valutata meglio. L’assessore al Turismo ha, infatti, annunciato che «premesso che sono solo i laghi che fanno da traino all’economia turistica lombarda, si è pensato di produrre un superspot di 24 minuti da mandare in onda sulle principali reti televisive europee, con l’obiettivo di attrarre sempre più turisti». Altra strategia quella di «mobilitare le agenzie per una più incisiva collaborazione con la Regione e gli altri enti turistici». Ma Prosperini, che ha simpaticamente definito il «Garda lago unico per la sua bellezza, ed un incidente tutti gli altri», ha anche richiamato gli operatori turistici «ad essere più competitivi e propositivi per riempire gli alberghi nei mesi morti». Un richiamo ad «impegnare più risorse in sinergia tra privati e istituzioni» è venuto anche da Minini, che ha sottolineato l’esigenza di «andare a cercare il turista, non di aspettarlo». Anche la Provincia, ha assicurato l’assessore, si sta impegnando a realizzare un documentario da mandare in onda sul canale satellitare Marco Polo. Analoga posizione quella esposta da Margherita Peroni, che si è detta certa che «pubblico e privato insieme possono sicuramente produrre grandi progetti e opere infrastrutturali che servono al settore per rilanciarsi». Infine, dai rappresentanti di categoria sono stati lanciati appelli ad impostare cartelloni unici di iniziative, ad essere maggiormente ascoltati dal Comune «che, a fronte di notevoli investimenti delle 740 attività commerciali, non ha finora risposto adeguatamente con nuove infrastrutture», a ricevere aiuti più consistenti da Regione e Provincia, a potenziare le agenzie del territorio per il turismo. Al dibattito non erano stati invitati rappresentanti del Comune, mentre nessuno ha parlato di prezzi e tariffe troppo elevati rispetto alla riviera romagnola o a quella croata e greca. Probabilmente qualche famiglia tedesca o austriaca in più verrebbe in vacanza a Desenzano.

Nessun Tag Trovato
Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video