domenica, Maggio 26, 2024
HomeAttualitàIncontro a Lazise fra docenti "in rete"

Incontro a Lazise fra docenti “in rete”

Oltre 130 fra docenti e dirigenti scolastici di degli Istituti scolastici Comprensivi che si sono messi ” in rete” tre anni fa, si sono incontrati alla Dogana Veneta per tirare le conclusioni sul lavoro svolto. Lo scopo principale è stato quello di rivedere le metodologie ed i contenuti di insegnamento per portare gli studenti a “Saper fare” con un evidente adeguamento alle  “Competenze Chiave Europee”.

Si sono messi in rete  gli istituti scolastici del Baldo-Garda e della Valpolicella: Bardolino, Fumane, Pescantina 2, Caprino Veronese, Per-Dolcè, Garda, Malcesine e Sona.

La funzione di capofila è stata assegnata all’Istituto Comprensivo Falcone-Borsellino di bardolino con la dirigente Emanuela Antolini.

“Occorre agire in termini di sviluppo delle competenze scolastiche, soprattutto di quelle chiave – ha sottolineato Antolini -e dobbiamo pensare ad una scuola inclusiva, che diffonde le competenze irrinunciabili di cittadinanza e che si attivi verso tutte le diversità e che fornisca ai ragazzi gli strumenti per imparare a vivere nella complessità. Le discipline devono quindi essere considerate chiavi di lettura interpretative con una particolare attenzione alle interconnessioni, senza divisioni. A tutti deve essere consentito di realizzarsi a qualsiasi livello di partenza. Attraverso questo lavoro – ha proseguito la preside -si vuole traghettare la scuola da una metodologia didattica prevalentemente frontale ad una didattica attiva, laboratoriale, motivante, costruttivistica, orientata a collegare il piano astratto a quello applicativo. Una sorta di rivoluzione copernicana sia per i docenti che per gli scolari.”

Al progetto , i cui elaborati sono stati esposti in Dogana Veneta, hanno dato adesione gli scolari della scuola d’infanzia, della primaria e della secondaria di bardolino, Pescantina 2, Caprino Veronese. A coordinare l’intero progetto è stato coordinato dal professore Mario Comoglio della Università salesiana di Roma, docente esperto di didattica per competenze, motivazione degli studenti, cooperative learning e di metodologie innovative per l’apprendimento.

Al convegno è intervento anche il professore Italo Fiorin

dell’Università LUMSA di Roma, uno dei protagonisti della stesura delle indicazioni 2012, che ha istituito la scuola di Alta Formazione per lo sviluppo delle competenze di cittadinanza.

La docente Jessica Bertolani, nella foto, ha parlato di come insegnare ed autoregolare il proprio comportamento ed il proprio apprendimento. Proprio Bertolani sarà la coordinatrice di un progetto di ricerca e sperimentazione che partirà presso l’istituto comprensivo di Bardolino.

La dirigente tecnica dell’Ufficio Scolastico Regionale Laura Donà ha presentato le azioni dell’U.S.R. per accompagnare la stesura dei curricoli di competenze nelle varie reti di scuole venete. Alla stessa sono stati donati dei lavori realizzati in classe dai ragazzi dei nuovi percorsi di apprendimento con questo approccio metodologico.

 

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video