lunedì, Giugno 24, 2024
HomeSportLa barca di Foschini comanda alla Trans Benaco.
Il ministro della Giustizia quarto con Cyrano. Oggi il ritorno da Riva a Portese. Bravissima è subito ottima, Castelli vede il podio

La barca di Foschini comanda alla Trans Benaco.

Spettacolare la partenza, sofferto l’arrivo nel porto di Riva del Garda, dove si è conclusa la prima tappa della Trans Benaco Race Cruise. Al via tutte le imbarcazioni hanno colorato il lago davanti al porto di Portese con spinnaker e gennaker spiegati, ma il poco vento che soffiava è servito solo a spingere le barche fuori dal golfo di Salò, per poi abbandonarle in attesa di arie migliori. In effetti è stato poi per tutti difficilissimo superare il basso lago e riuscire a prendere le bavette di aria per risalire verso il traguardo di Riva del Garda. Meglio di tutti è riuscito a fare il piccolo e velocissimo Flying Star, che proprio per le sue caratteristiche di super-leggero è riuscito a volare anche con pochissimo vento e tagliare per primo la linea di arrivo, anche se per un primato platonico visto che gareggia fuori classifica. Una lotta tutta desenzanese per le prime tre posizioni della classifica generale e non solo, visto che alcuni skipper di Desenzano si sono aggiudicati la tappa anche in diverse classi dei monotipi. La prima classificata a Riva stata Bravissima-Vibatex condotta da Domenico Foschini con Alessandro Vinci, portacolori del Dopolavoro ferroviario di Desenzano che sono riusciti nell’ultima parte della regata a sfruttare meglio degli avversari le raffiche dell’ora e superare nell’impoppata «Ines», il Solaris 36 condotto da Oscar Tonoli che è riuscito comunque a mantenere la seconda posizione davanti al rivale di sempre Bruno Fezzardi al timone di Mediatel del gargnanese Franco Zambiasi. Il primo della classe Asso99, quarto in classifica generale, è risultato «L’Amante» con Enrico Sinibaldi ancora della Fraglia Desenzano, seguito dal veronese Stefano Brighenti. Dietro agli Asso 99 ha concluso al sesto posto assoluto e quarto di categoria il Cyrano dell’onorevole Franco Tirelli e Vito Moschioni, con a bordo il Ministro della Giustizia Roberto Castelli. A seguire il veronese Valerio Brighenti, primo della classe Ufo22, e il Melges 24 dell’ex campione del mondo della classe olimpica Star Roby Benamati di Malcesine seguito dal primo Dolphin 81 il «Gatò» dei bresciani Tom Mainetti e Francesco Allegri con a bordo Massimo Mucchetti, una delle prime firme del «Corriere della Sera», in passato responsabile delle pagine economiche di Bresciaoggi. Dopo la sosta nel porto di Riva del Garda per la notte, stamattina alle 8.30 di nuovo in acqua sperando che il vento da nord accompagni tutta la discesa verso il basso lago per la seconda tappa che si concluderà a Portese.

Articolo precedente
Articolo successivo
Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video