venerdì, Febbraio 23, 2024
HomeAmbiente"La Boschina è...": I 5 appuntamenti della rinascita ecologica e culturale a...
L’attesa è quasi finita e il cartellone ufficiale degli eventi è stato presentato: Calcinato si prepara ad ospitare una rassegna pionieristica dal punto di vista dell’arte e dell’ambiente.

“La Boschina è…”: I 5 appuntamenti della rinascita ecologica e culturale a Calcinato

La Boschina a Calcinato è pronta a risvegliarsi e a mostrare tutti i suoi lati più belli, quelli del verde, della cultura, della storia e del coinvolgimento di una comunità intera che per cinque fine settimana si stringerà attorno alla sua area boschiva per renderla un nuovo punto di riferimento multidisciplinare. Il cartellone degli eventi è definitivo, gli artisti, locali e internazionali, sono pronti a dare vita al progetto “La Boschina è…” a partire da sabato 4 giugno.

SABATO 4 E DOMENICA 5 GIUGNO, “IL KAKI DI NAGASAKI”.

Si parte subito con un appuntamento speciale che assume ancora più valore in un periodo storico come quello che stiamo attraversando: il Kaki è infatti l'albero che miracolosamente riuscì a sopravvivere alla bomba atomica del 1945 e che sarà l'emblema delle due giornate a tema nipponico.

Si comincia sabato sera alle 21:00 con la presentazione del progetto “Il Kaki di Nagasaki” curato da Francesco Foletti e Antonio De Matola seguito da un omaggio musicale del piccolo coro della Boschina diretto dal M° Germana Mendini. Chiude la prima giornata il recital: “Arie da Madama Butterfly di G. Puccini” con la presenza della soprano giapponese Megumi Akanuma.

Domenica alle 11:00 sarà invece il momento della piantumazione del Kaki alla presenza delle autorità e degli studenti dell'Istituto comprensivo Dante Alighieri di Calcinato. Seguiranno alle 15:00 lezioni sull'arte del Kintsugi e alle 18:00 il reading poetico-musicale di un testo di Giorgio Scroffi a cura di Cieli Vibranti.

SABATO 11 E DOMENICA 12 GIUGNO, “CELTIS AUSTRALIS” E “QUERCIA”

Ricco di appuntamenti il sabato del “Celtis Australis” con una mattinata interamente dedicata allo Yoga e alla meditazione nel bosco mentre il pomeriggio sarà più variegato con proposte come il Tai Chi, l'inaugurazione della mostra delle sculture in legno a cura di Claudio Caffetto nel suo “Carving art from wood”, un incontro di armonizzazione con le campane tibetane e un'esperienza geo poetica denominata “Bagliore Stellare” a cura di Davide Sapienza e Francesco Garolfi.

La domenica si apre con un pensiero per i bambini dai 3 ai 5 anni, “Nel bosco andata e ritorno” condotto da Lucia Tameni, a partire dalle ore 10:00. Il pomeriggio invece offre tantissimi spunti a partire dalle 15:00 con i laboratori artistici, naturali e psicologici “Io sono Quercia”; a seguire appuntamenti musicali in cui coi ragazzi dagli 11 ai 13 anni si “creerà la musica della Boschina” per poi trasformarla in danza alle 19:00 con l'Asd Art Ballet di Mazzano. Conclusione del week end affidata alla banda musicale di Calcinato, Scuola di musica “Elia Marini”, diretta dal M° Marta Lecchi con un “Concerto per gli alberi”.

SABATO 18 E DOMENICA 19 GIUGNO, “UN BOSCO A TESTA IN GIÙ” E “IL BOSCO DEI 5 SENSI”

Ci si sposta all'Auditorium Bertini per la prima giornata del fine settimana che segna il giro di boa della rassegna: alle 16:45 andrà in scena un concerto del Trio Barocco. Alle 18:00 si torna in Boschina, nell'area , per l'incontro “A testa in giù” con Milde Caffetto ed Eleuteria Arena concluso da un'esibizione di tessuti aerei della Carousel Equipe.

La domenica “dei 5 sensi” comincerà con l'odore della Lavanda che permetterà di distillare il fiore e di acquistare i prodotti del mercatino. Alle 12:30 il gusto diventa protagonista con la degustazione alimentare e la spillatura della birra, mentre dalle 15:00 alle 18:00 si aprono le porte alla conoscenza del mondo dell'apicoltura, del paesaggio sonoro e della naturopatia a cura di Francesca Spada.

SABATO 25 E DOMENICA 26 GIUGNO, “SPORT E MUSICA” E “L'ALBERO DEGLI ZECCHINI D'ORO”

Il sabato del penultimo week end si apre con una camminata sportiva adatta a tutti di 3 km alle 8:30 per proseguire poi dalle 9:00 alle 12:00 con la Ginnastica Dinamica militare Italiana, il U.S. Calcinato ASD e il Karate. Il pomeriggio è dedicato ai ragazzi dai 5 ai 13 anni con gli “Audax Street Games” con istruttori qualificati; alle 17:00 biciclettata con partenza dal vivaio “La lavanda del Lago” di Ponte san Marco; conclusione in musica con il concerto degli allievi della Scuola “Music And Life” alle 20:45.

La domenica sarà invece improntata sul tema “Pinocchio” a partire dal mattino con l'inaugurazione della scultura dedicata al burattino e con i laboratori del “Trenino del Paese dei Balocchi” curati da Mirko Bazzoli. Nel pomeriggio, alle 15:00, presentazione del libro di Anita Treccani “Le avventure di Pinocchio. Storia di un burattino” ed esposizione delle illustrazioni. Dalle 16:00 il cetaceo che inghiottì Pinocchio diventerà protagonista con lo spettacolo teatrale per famiglie “La Balena della Groenlandia ha 211 anni” e con i laboratori di arti plastiche di Davide Sforzini. Chiusura in musica con “La Luna, l'Orchestra e la Balena”.

SABATO 2 E DOMENICA 3 LUGLIO, “RICICLO, RIUSO, RECUPERO E…RESPIRO” E “FIORITURE”

Ecologia e ambiente al centro della scena sin da sabato con la mostra di recycled art tra gli alberi alle 9:00 seguita alle 11:00 dal Festival del riuso e del baratto. Anche per i più piccoli, 3-10 anni, sarà prevista nel pomeriggio una caccia al tesoro ecologica, mentre alle 18:00 si terrà l'incontro “Non alimentare lo spreco” a cura del dottor Angelo Mosca.

L'ultimo appuntamento sarà una domenica di “fioriture” con il risveglio muscolare nella natura alle 8:30 e un laboratorio kids di educazione ambientale alle 10:00. Interessante incontro alle 17:00 denominato “Via Dantis” in cui di professor Pietro Savoldi ipotizza “una Boschina come la selva oscura e il Bosco di Dante”. Alle 20:45 sulle note del quartetto d'archi di e del pianoforte si chiude la rassegna con “Il legno, l'anima del suolo”.

I numerosi artisti, artigiani, educatori e professori presenti all'interno della rassegna parlano ad una sola voce ed esprimono tutta la loro soddisfazione: “Molti di noi sono calcinatesi e già solo il concetto di una comunità che si mette in gioco per il proprio territorio ci aveva convinto a partecipare al progetto della Boschina. La valorizzazione di un'area abbandonata e dimenticata crediamo che sia il valore aggiunto di questa iniziativa e per questo non possiamo che ringraziare l'amministrazione comunale e Milde Caffetto per l'impegno profuso nella realizzazione di questo bellissimo sogno. Vi aspettiamo dunque per farvi partecipare, divertire, ascoltare, pensare e festeggiare insieme a noi la rinascita ecologica e culturale della Boschina”.

Nessun Tag Trovato
Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Dello stesso argomento

- Advertisment -

Ultime notizie

Ultimi Video