sabato, Marzo 2, 2024
HomeAttualitàLaghi di Garda e d’Idro, spiagge promosse
Meno favorevole la situazione sul Sebino dove 9 località su 21 non sono balneabili

Laghi di Garda e d’Idro, spiagge promosse

Parte bene la stagione balneare sui laghi di Garda e d'Idro. Denuncia non pochi problemi invece la situazione del lago d'Iseo dove su 21 zone destinate alla balneazione ben 9 risultano vietate. La mappa della balneabilità è stata ufficializzata ieri sull'apposito sito internet dell'Asl di Brescia che fornisce una dettagliata del primo riscontro stagionale. Il bollettino è il risultato del giudizio preventivo di balneazione emesso dalla direzione della sanità regionale sulla scorta dei risultati delle analisi sui campioni effettuati nell'arco di tutta la stagione dei tuffi del 2002 sommato ai risultati delle prime analisi. I dati relativi all'anno scorso hanno consentito ai responsabili di individuare sulla scorta della normativa nazionale e di quella europea quali sono le spiagge ‘precluse' ai bagni. Si tratta di località dove nell'arco della stagione 2002 almeno un terzo dei risultati dei campionamenti routinari è risultato negativo ed erano stati emessi i divieti di balneazione. Il giudizio di ‘spiaggia preclusa' è assolutamente negativo perché per poterla riparire è necessario, in via normale, realizzare interventi concreti di risanamento ambientale ed ottenere per l'arco di 6 mesi analisi favorevoli. Ebbene i laghi bresciani si sono salvati quanto a preclusioni: sul lago d'Iseo ce n'è unaa soltanto, sul Garda tre (due a Padenghe in località S Giulia e Porto già colpite da analogo provvedimento l'estate scorsa ed una a Sirmione in zona Brema). Il bilancio poteva essere peggiore: altre spiagge gardesane avevano superato il limite imposto dalla normativa europea. Si sono salvate per un codicillo della normativa che offre la possibilità di scartare dal computo dei risultati negativi determinati da eventi meteorologici eccezionali. Tali sono stati ritenuti non solo il nubifragio del 4 agosto 2002 ma anche le abbondanti piogge delle settimane successive. Sta di fatto che su 52 spiagge monitorate sul il primo responso, che somma ai dati dello scorso anno i risultati delle analisi di aprile, è favorevole per 49 zone balneari. Altrettanto positiva è la situazione sul lago d'Idro dove tutte e 17 le spiagge sono balneabili a inizio stagione. Lo sono le 10 località controllate a Idro, le 2 di Bagolino e le 5 di Anfo. Meno bene si presentano le cose sul lago d'Iseo dove su 21 località controllate, il primo bollettino ne boccia 9, otto con il divieto di balneazione ed una con il giudizio di preclusione. Delle 10 spiagge nel comune di Iseo 2 sono quelle non balneabili (Fenice e Barro) a Marone c'è l'unica spiaggia preclusa: quella del campo sportivo mentre la Filanda non è balneabile. I divieti interessano a Montisola la località Ere, a Paratico Lingue, a Sale Marasino il divieto interessa il Porto nuovo e Saletto, a Sulzano la località Vertine. Ora le analisi sui campioni d'acqua prelevati nei laghi bresciani continueranno per tutta la stagione turistica e fino alla fine di settembre.  

Articolo precedente
Articolo successivo
Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Dello stesso argomento

- Advertisment -

Ultime notizie

Ultimi Video