martedì, Aprile 23, 2024
HomeAttualitàMeno auto nel centro storico
Viabilità in primo piano nel bilancio preventivo illustrato dall’assessore Bernardo Berardinelli. Nuovi lotti di lungolago, più di 750mila euro destinati al teatro

Meno auto nel centro storico

Graduale adeguamento degli edifici comunali alle norme di sicurezza, rotonde sulle strade, teatro, global service riguardante l’illuminazione pubblica, passeggiata a lago, creazione di campi boe sono i principali obiettivi indicati dall’assessore ai Lavori pubblici di Salò, Bernardo Berardinelli, in sede di discussione sul bilancio 2004. «Per quanto riguarda i beni immobili di proprietà del Comune (scuole, impianti sportivi, infrastrutture a uso collettivo), intendiamo proseguire l’adeguamento alle normative in materia di sicurezza – afferma l’assessore -. A tal fine, per il prossimo triennio, vengono stanziati 930 mila euro che, pur non essendo del tutto sufficienti, costituiscono un passo indispensabile di un cammino che dovrà continuare anche successivamente». Istruzione pubblica. «Vogliamo investire soprattutto in sicurezza, mediante la manutenzione straordinaria e la messa a norma. Gli interventi riguarderanno gli impianti sanitari, di riscaldamento, i serramenti e la riqualificazione delle aree verdi esterne delle scuole materne, elementari e medie. La previsione di spesa ammonta a 80 mila euro per ciascuno dei tre anni in esame, con l’aggiunta di 45mila per il rinnovo di banche, cattedre e cassettiere porta oggetti degli alunni. Particolare rilievo, inoltre, per la sistemazione dei terreni (pavimentazioni stradali, pedonali, parcheggio, rete di sottoservizi) fuori dal liceo che l’Amministrazione provinciale sta costruendo a Campoverde: si procederà all’appalto per circa un milione di euro entro pochi mesi». Teatro. «Sulla direttrice tracciata dalla progettazione dall’architetto Dallamano – spiega Berardinelli -, sono confermati i 775 mila euro necessari alla realizzazione del secondo lotto e ulteriori 258mila nel 2006». Viabilità. «Intendiamo migliorare la circolazione all’interno dell’area urbana, prestando attenzione anche alle arterie secondarie. Per migliorare la sicurezza, cominceremo a rifare l’incrocio all’innesto tra via Montessori, via Zane e via Giovanni XXIII. La rotatoria avrà un diametro di 23 metri, con un anello esterno di 39. La soluzione consentirà di realizzare una piattaforma stradale con l’esecuzione di una fascia valicabile e la creazione di isole direzionali, per incanalare correttamente il traffico e consentire al tempo stesso il transito pedonale. Spesa: 250 mila euro. Stessa tipologia è prevista per l’altra rotatoria a un centinaio di metri di distanza, sull’intersezione tra via Zane e via Leonesio, davanti al Palazzo di giustizia (220 mila euro). Per l’ultimo lotto della strada parco (tra il rondò di via Umberto I, a fianco del vecchio campo sportivo Amadei, e la Gardesana 45 bis, in località Pozzo), completa di marciapiedi, illuminazione e pista ciclabile, spenderemo 785mila euro. L’opera consentirà un collegamento diretto in entrata e uscita da Salò, senza utilizzare le vie del centro che, in questo modo, si scaricheranno notevolmente di traffico veicolare. Nel 2005 si allargherà via Muro (175mila euro), e nel 2006 si realizzerà una rotonda allo sbocco di via Mulini sulla Panoramica. Sarà creato anche un sottopasso, necessario per assorbire il carico veicolare susseguente all’apertura del nuovo liceo. Spesa complessiva: un milione e 650mila euro, di cui un terzo a carico del municipio e 2/3 di Palazzo Broletto». Territorio. Berardinelli ha menzionato il secondo lotto della passeggiata a lago, tra la pizzeria Vela e l’ex fabbrica del ghiaccio, per 990mila euro (l’ultimo stralcio, di 310mila, è previsto nel 2005); la sistemazione del lungolago tra piazza Vittoria e il Carmine (due lotti da un milione di euro ciascuno), a tutt’oggi ancora da progettare; i 150mila euro per rifare le pavimentazioni e l’illuminazione a Villa. Individuati anche spazi acquei per allestire campi boa, collocando passerelle a ridosso della costa, per permettere la massima fruibilità (120mila euro). E poi: la manutenzione del verde, l’arredo urbano, la segnaletica, il completamento delle attrezzature sportive.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Dello stesso argomento

- Advertisment -

Ultime notizie

Ultimi Video