domenica, Giugno 23, 2024
HomeAttualitàRiparte la Navigarda
Dal 27 marzo entrerà in vigore l’orario primaverile della flotta benacense. L’anno scorso il boom: oltre due milioni di passeggeri

Riparte la Navigarda

Malgrado la crisi di presenze turistiche che ha investito lo scorso anno l’intera Riviera gardesanae in particolare il basso lago, la Navigarda è stata l’unica azienda del settore a terminare la stagione con i numeri «a posto». Lo testimoniano due soli dati statistici: ben 2.135.300 passeggeri e 83.700 veicoli trasportati per un attività che, val la pena ricordare, si concentra nel periodo primavera-estate. E anche nel 2004 l’azienda di navigazione pubblica, guidata da Marcello Coppola, intende riprendere la navigazione con il vento in poppa. Intanto, sabato 27 marzo, in concomitanza con l’entrata in vigore dell’ora legale, le acque del Garda cominceranno ad essere solcate dalla flotta di servizio con il nuovo orario primaverile, al quale subentrerà due mesi dopo (22 maggio) quello estivo. L’orario, fanno sapere all’azienda di piazza Matteotti, «ripropone di massima le corse previste già nel 2003, mentre l’impiego della flotta è stato adeguato al nuovo calendario alternando opportunamente riduzioni ad intensificazioni: questo per offrire un servizio di trasporto in grado di soddisfare al meglio le esigenze del turismo gardesano». Quest’anno non sono previsti in agenda eventi particolari, o meglio amarcord. Come nel 2003 quando venne festeggiato il centenario del varo dello storico piroscafo a pale «Zanardelli», tanto somigliante ai battelli che nell’Ottocento solcavano le acque del Mississippi. Con la gemella nave «Italia» questa splendida nave, più volte ristrutturata, è il vanto della gloriosa flotta gardesana da oltre un secolo. Comunque, la gita sul lago «tira» ancora. Non teme gli effetti negativi economici che stanno trascinando in basso il turismo locale. Il maggiore spauracchio semmai può essere il maltempo. Con l’introduzione dell’orario primaverile sarà possibile utilizzare tre collegamenti longitudinali giornalieri fra Desenzano-Peschiera-Riva e viceversa (con ristorante a bordo) e di un quarto servizio ristorante su una corsa circolare del basso e medio lago. Mentre un cospicuo numero di battelli assicurerà una capillare rete di collegamenti tra tutte le località rivierasche del lago. Verranno, inoltre, effettuate le traversate fra Maderno e Torri del Benàco e viceversa (34 corse nei periodo di maggiore affluenza turistica) e tra Limone e Malcesine con trasporto di vecioli e passeggeri. Infine, previsti 8 collegamenti giornalieri con aliscafi e catamarani per tratte rapide tra una cittadina e l’altra. La flotta gardesana è composta da 21 unità, di cui 2 piroscafi a pale, 5 motonavi ed altrettanti catamarani, 6 navi-traghetto e 3 aliscafi. Le navi ammiraglie sono la «Brennero», varata nel 1981, e la «Tonale» del 1986, entrambe con portata fino a 1000 persone. Grazie ai suoi catamarani a basso pescaggio, la Navigarda è poi in grado di assicurare il trasporto anche in caso di perdurante siccità che potrebbe creare, come la passata estate, il fenomeno dei bassi fondali in prossimità dei porti. Infine, le agevolazioni di viaggio. Gli anziani con età superiore ai 65 anni hanno diritto ad una riduzione del 20% sul costo del biglietto dal lunedì al venerdì, altra riduzione del 20% (più il 10% per il veicolo) è invece riconosciuta a chi è in possesso della «Riviera Card» promossa dalla Riviera dei Limoni, e ancora trasporto gratuito dei bambini fino a 12 anni con tessera «Viviparchi», infine 20% di sconto per i possessori di carte «Club Eurostar» e «Amicotreno».

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video