domenica, Febbraio 25, 2024
HomeAttualitàSan Marco paga la chiesa
La piccola frazione di Pai ricorda il patrono e l’ex parroco che attirava fedeli da tutta Italia Un libretto raccoglie i pensieri delle omelie di don Giovanni

San Marco paga la chiesa

La frazione di Pai attende la tradizionale festa di San Marco, patrono della piccola comunità a nord di Torri. Domattina, a partire dalle 9.30 con l'esibizione dei campanari di San Zeno di Montagna, Pai si animerà in onore del suo patrono. La manifestazione, che quest'anno viene organizzata con la collaborazione della Pro loco di Torri, costituitasi ufficialmente nell'estate scorsa, promette di essere piuttosto ricca, sia dal punto di vista culturale che sotto l'aspetto della tradizione storica. «La Pro loco ed i ragazzi di Pai», illustra l'assessore alle politiche sociali e membro del consiglio pastorale della frazione, Rita Menapace «si sono dati davvero da fare per proporre momenti significativi in onore del patrono, San Marco, ed in memoria dell'indimenticabile don Giovanni Andreoli». Don Giovanni infatti, il parroco che aveva retto le sorti di Pai ininterrottamente dal 1978 fino alla sua morte, avvenuta nel febbraio scorso, è stato un prete molto speciale, tanto per i parrocchiani della minuscola frazione quanto per le svariate centinaia di fedeli, che accorrevano da tutta Italia per colloquiare con lui. Don Giovanni inoltre, dal 1999, si era molto impegnato per ristrutturare completamente sia l'interno che l'esterno della «sua piccola cattedrale di San Marco», ovvero della chiesa parrocchiale di Pai, riuscendo in pieno nell'intento che si era proposto. E così, a fronte degli esterni dell'edificio, totalmente rifatti, del resturo degli interni e della messa a norma dell'impianto elettrico e del riscaldamento, erano stati spesi centinaia di milioni delle vecchie lire, racimolati grazie allo sforzo di tutti i parrocchiani, di fedeli anche stranieri e del contributo dell'amministrazione comunale e di due banche. Tuttavia, restano ancora da saldare alcuni milioni delle vecchie lire per il grosso lavoro di restauro e, per raccogliere questi fondi, il giornalista , in collaborazione con la perpetua di don Andreoli, aveva fatto stampare un libricino con alcuni pensieri tratti proprio dalle omelie degli ultimi quindici anni di don Giovanni. Dopo che le prime mille copie erano andate esaurite in meno di sei giorni, durante la festa di San Marco verrà ora messa a disposizione la ristampa del libricino intitolato «Volìve ben», in onore di una frase che don Giovanni andava ripetendo spessissimo ai suoi fedeli. «Le offerte per i libricini e quanto verrà raccolto dalla festa», conclude Menapace, «sarà esclusivamente destinato al finanziamento del restauro della chiesa di San Marco, come don Giovanni voleva». Dopo la messa in ricordo del parroco ed in onore del patrono, alle 14.30 prenderà il via la caccia al tesoro e alle 17.30 è prevista la degustazione di oli nazionali, curata da Angelo Peretti, fiduciario di Slow Food ed esperto enogastronomico. Infine alle 19.30 al campo sportivo polivalente della frazione, la giornata si chiuderà con la degustazione delle pennette al sapore di lago, come hanno fatto sapere gli organizzatori. Appuntamento quindi fissato per domani quando, con la festa del patrono si potrà dare concretamente una mano d'aiuto per estinguere i debiti, contratti per i lavori di restauro della chiesa di San Marco di Pai. Gerardo Musuraca Chi desidera contribuire a saldare i debiti per i lavori di restauro alla chiesetta di Pai voluti dall'ex parroco don Giovanni può non soltanto «acquistare» il libretto che ne raccoglie i pensieri, ma anche fare un'offerta sul conto corrente numero 5778/ 5/ 21 della banca Unicredit, filiale di Torri.

Nessun Tag Trovato
Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Dello stesso argomento

- Advertisment -

Ultime notizie

Ultimi Video