venerdì, Aprile 12, 2024
HomeAttualitàScoprire Lonato cala il tris
Comune, Pro loco e Polada in prima fila per la valorizzazione del territorio. Terza edizione per il tour tra gli edifici storici

Scoprire Lonato cala il tris

Sempre nell’ottica di inserire la Fiera di Lonato in un contesto non solo enogastronomico e commerciale, ma anche culturale e di conoscenza e valorizzazione del territorio, il Comune e la Pro loco, in collaborazione con l’associazione storico-archeologica “La Polada”, hanno organizzato un itinerario di visite guidate ai principali monumenti del paese che tocca la Basilica di San Giovanni Battista, la Chiesa di Sant’Antonio Abate, la Torre Civica e la Sala del Celesti del Palazzo Municipale. Nell’ambito dell’iniziativa “Scoprire Lonato”, giunta quest’anno alla terza edizione, sono previsti due cicli di visite (uno al mattino dalle 10 alle 12 e uno al pomeriggio dalle 14.30 alle 17) che si terranno anche oggi, per poi tornare a ripetersi il fine settimana prossimo (sabato 24 e domenica 25 gennaio), a fiera conclusa . Per partecipare è necessario prenotare telefonando all’ufficio della Pro loco (dalle ore 9.30 alle 12.30 al numero 030-9130043). La chiesa dedicata al santo patrono della fiera, fu costruita fra il 1590 e il 1601 sulle fondamenta quattrocentesche di un edificio precedente di cui resta solo il campanile il quale, fino al 1718, era sormontato da una cupola. Nel 1675 fu concessa in uso alla Confraternita del Suffragio, che la arricchì sia dal punto di vista architettonico sia dei contenuti artistici. Degno di particolare nota è il piccolo affresco della Madonna del Giglio, affresco del 1400 (recentemente restaurato e al quale, agli inizi del 1700, si attribuirono eventi miracolosi). La chiesa, nel 1924, venne consegnata al Senatore Ugo da Como che si assunse l’onere del restauro. E’ proprio dalla scalinata di questo monumento religioso che ogni anno, il 17 gennaio, giorno commemorativo di Sant’Antonio Abate, si svolge la benedizione degli animali. Splendidi da ammirare sono, però, anche la Basilica di San Giovanni Battista e le altre costruzioni di carattere civile inserite nel percorso di visita. In particolare la Basilica, costruita nel XVIII secolo su progetto dell’architetto lonatese Paolo Sorantini, rappresenta una delle opere settecentesche più importanti del territorio bresciano. Con la sua maestosa cupola, infatti, unitamente alla Torre Maestra, costituisce l’inconfondibile simbolo della città. Costruita nello stesso luogo di altre due precedenti chiese parrocchiali è stata innalzata al titolo di Basilica Minore con Bolla papale il 1° settembre 1980, in occasione del bicentenario della sua consacrazione. Sono, invece, rispettivamente, del 1600, l’attuale sede del Comune di Lonato e del 1588 la Torre Civica che domina con il suo orologio (questo, invece, costruito da Domenico Crespi nel 1793) l’abitato di Lonato.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Dello stesso argomento

- Advertisment -

Ultime notizie

Ultimi Video