giovedì, Luglio 25, 2024
HomeAttualitàSicurezza, in arrivo le telecamere
Il Consiglio comunale approva la variazione di bilancio e trova così i 100mila euro necessari per realizzare il progetto. Il pacchetto prevede 19 «occhi elettronici» e l’assunzione di tre nuovi poliziotti

Sicurezza, in arrivo le telecamere

Il Consiglio comunale approva la variazione di bilancio di 100mila euro e dà il via libera all’arrivo delle telecamere in paese. Disco verde definitivo al «Progetto sicurezza» della polizia municipale e quindi alla installazione di 19 telecamere, all’arrivo di rinforzi per il corpo dei vigili e al maggior presidio del territorio, grazie alla ulteriore possibilità di coordinamento tra polizia municipale e carabinieri. Dopo che, il 30 dicembre scorso, era stato «temporaneamente accantonato per mancanza di fondi», ora partirà sul serio il monitoraggio dell’occhio elettronico sui «siti sensibili» del territorio, sia nel capoluogo che nelle frazioni di Pai e Albisano. Nei mesi scorsi le due minoranze consiliari, «Rinnovamento nella continuità» di Alberto Tomei e «Navighiamo per Torri» di Stefano Nicotra, erano state assai polemiche per la decisione di rinviare il «Progetto sicurezza». Ora il Consiglio, con il solo, sorprendente voto contrario dell’unico consigliere presente per Rinnovamento, Alberto Vedovelli, ha ratificato la necessaria variazione al bilancio. Centomila euro che, assieme agli 81mila concessi dalla Regione Veneto, «consentono di centrare l’obiettivo che avevamo dovuto differire a dicembre», come ha illustrato il primo cittadino, Giorgio Passionelli. La novità non è di poco conto dato che, come ha proseguito Passionelli, «arriveranno tre poliziotti municipali a tempo determinato già a partire dai primi di giugno, non appena verranno stilate le graduatorie di un apposito concorso. Questi poi saranno riconfermati anche per l’estate 2007, in modo da aumentare l’organico e presidiare costantemente il territorio durante l’intera stagione turistica». Ma non è tutto. Con il «Progetto sicurezza» del valore complessivo di poco più di 180mila euro verranno dislocati sul territorio occhi elettronici di due tipologie: «avremo tre telecamere così dette intelligenti, del valore di circa 10mila euro ciascuna», ha proseguito Passionelli, «e altre 16 da 4mila 500 euro. Quelle intelligenti sono dotate di zoom elettronico e si possono muovere in modo da inquadrare eventuali azioni sospette o reati in atto. Le altre sono invece fisse e serviranno per tenere d’occhio le isole ecologiche, gli incroci, i parcheggi delle frazioni, Villa Melisa e quant’altro abbiamo definito come un po’ meno sensibile rispetto a piazza del porto, al parcheggio del castello e a piazza della chiesa, cioè il cuore del centro storico. Qui infatti andranno le telecamere più avanzate tecnologicamente». Il tutto sarà poi tenuto sotto costante controllo da parte di un poliziotto, grazie al sistema di monitor che verrà installato a breve all’interno del comando della polizia municipale, per un costo che si aggira sui 10mila euro più Iva. «Probabilmente già nel 2007», ha anticipato ancora Passionelli, «il sistema verrà ulteriormente implementato con telecamere in entrata e in uscita da Torri, così potremo tenere sotto controllo anche eventuali vie di fuga per chi commettesse reati contro le persone o contro il patrimonio pubblico e privato». Dal municipio non si sono poi sottratti dal «voler ringraziare pubblicamente l’assessore regionale alla sicurezza Massimo Giorgetti che, con la consueta sensibilità, ha di fatto finanziato il progetto che permette l’arrivo delle telecamere sul nostro territorio, aumentando la tranquillità dei cittadini e la percezione di sicurezza e salvaguardia anche da reati minori ma fastidiosi quali scippi, furti o danneggiamenti». Disco verde e soddisfazione per il provvedimento consiliare è arrivato dal consigliere di minoranza Stefano Nicotra che, nel dicembre scorso, aveva pesantemente avversato la decisione della maggioranza di differire l’attuazione del «Progetto sicurezza». «Sono soddisfatto», ha detto, «perché ora alla polizia municipale spetta il compito di sorveglianza e di protezione civile, essendo stata sgravata da altre incombenze quali le manifestazioni turistiche. Le telecamere e questo progetto potranno certamente aiutare gli agenti a svolgere al meglio entrambi i compiti». L’unico voto contrario alla variazione di bilancio e, quindi, anche al finanziamento del «Progetto sicurezza», è stato quello di Alberto Vedovelli. Il consigliere di Rinnovamento nella continuità infatti, pur dichiarandosi «favorevole al progetto, che è una buona idea», ha dato pollice verso spiegando che «servono sì le telecamere, ma prima rimangono da fare gli allacciamenti di molte abitazioni a fognature, al metano e ad opere già pagate con gli oneri di urbanizzazione. Queste non si sa se e quando verranno attuate».

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video