giovedì, Aprile 25, 2024
HomeAttualitàLazise: Ricordo di Alessandra Mafezzoli, Maestra per Sempre

Lazise: Ricordo di Alessandra Mafezzoli, Maestra per Sempre

L’aula magna del plesso di Lazise dell’Istituto Comprensivo “Falcone-Borsellino” è stata dedicata alla maestra Alessandra Maffezzoli, vittima di femminicidio.

Durante la cerimonia di inaugurazione, il dirigente scolastico Michele Bragantini ha definito Alessandra una “maestra per sempre”, prima di svelare la targa commemorativa del femminicidio all’ingresso dell’aula magna dove la maestra ha insegnato fino al giugno 2016.

Alessandra è stata brutalmente uccisa nell’ottobre 2016 nella sua casa a Pastrengo dal suo ex compagno Jean Luc Falchetto, lasciando due figli adolescenti.

Il figlio di Alessandra Mafezzoli porta una testimonianza della mamma

“Cosa può insegnare una maestra uccisa ai ragazzi che frequentano la scuola primaria e secondaria?”, ha aggiunto Roberta Cecere del Comune di Garda, città natale della maestra. Il ricordo di Alessandra impresso sulla targa sopra la porta d’ingresso dell’aula magna è un promemoria quotidiano della necessità urgente di vivere e convivere con uno spirito altruistico, pacifico e rispettoso verso ogni individuo.

La cerimonia è stata accompagnata da lacrime e commozione, soprattutto da parte dei figli e della madre anziana di Alessandra, delle colleghe ed ex colleghe che hanno collaborato con lei, studiato con lei e cresciuto intere generazioni di studenti. Anche il sindaco di Lazise, Damiano Bergamini, si è emozionato molto, desiderando questa dedica per soddisfare il desiderio del Consiglio di Istituto e affinché questa dedica possa essere un promemoria quotidiano e per sempre per coloro che frequentano le strutture scolastiche di Lazise.

“Abbiamo deciso di farlo oggi perché il 21 marzo è la data di nascita di Alessandra”, ha continuato Bergamini, “e oggi avrebbe compiuto 54 anni. Una vita piena, una professionalità elevata, un sorriso spezzato, una vita dedicata alla crescita dei ragazzi, soprattutto a coloro che erano maggiormente in difficoltà. Sì, una maestra per sempre!”

A sottolineare la bontà, la generosità e l’altissima professionalità della maestra uccisa si sono succedute le ex dirigenti scolastiche Emanuela Antolini ed Elena Fossà, la vicesindaco di Bardolino e uno dei figli che ha voluto ricordare la bellezza e la grandezza della mamma brutalmente uccisa.

“Questa targa vuole essere un messaggio di speranza e memoria elevata per coloro che sono stati privati della vita senza motivo”, ha aggiunto il parroco Don Lafranco Magrinelli prima della solenne benedizione. “E questo esempio luminoso ci insegna a tutti”.

Infine, una collega ha recitato una poesia di Alda Merini in ricordo della maestra Alessandra.
Fonte: Sergio Bazerla

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Dello stesso argomento

- Advertisment -

Ultime notizie

Ultimi Video