lunedì, Luglio 22, 2024
HomeAttualitàStrade più sicure con i vigili di quartiere
Tra gli obiettivi dell'amministrazione, oltre alla prevenzione, c'è quello di dare ascolto ai bisogni del cittadino. In allestimento un ufficio «mobile» della polizia municipale

Strade più sicure con i vigili di quartiere

Lo scopo, più che reprimere, è quello di portare «occhi ed orecchie» dell’amministrazione in giro per le frazioni, sul territorio, in mezzo alla gente. Per conoscerne le esigenze e le problematiche. Ma anche per controllare. Nel giro di qualche settimana il comando dei vigili urbani di Arco si trasformerà in un ufficio mobile e comincerà ad andarsene a spasso per la città.L’iniziativa fa parte dei nuovi servizi al cittadino (assieme all’ufficio per le relazioni pubbliche ed allo sportello unico per le imprese) che la giunta arcense è intenzionata ad avviare nel corso di quest’anno. Il «vigile di quartiere» dovrebbe partire verso la fine di febbraio e coinvolgerà soprattutto le frazioni più distanti dal centro città, dal cuore della vita amministrativa arcense. L’obiettivo è di potenziare, tramite un ufficio mobile, il servizio di polizia municipale e di renderlo maggiormente integrato nella collettività, a stretto contatto con il cittadino. Nella fattispecie si passerà dall’attuale vigile urbano «appiedato» (che in maniera discontinua percorre a piedi le strade periferiche) ad un vero e propria succursale viaggiante del comando di via Bruno Galas. Grazie ad un furgone attrezzato di tutto punto verrà garantita la presenza di alcuni agenti in determinati orari della settimana. «E’ uno degli obiettivi che ci eravamo prefissati – spiega il sindaco Veronesi – l’idea è quella di decentrare la presenza dei nostri vigili urbani sul territorio. Lo scopo principale di questa iniziativa, però, non è quello repressivo, non lo facciamo per raccogliere multe. A noi interessa avvicinare il cittadino all’amministrazione in modo da poter raccogliere richieste, domande, suggerimenti, bisogni. Ma anche solo favorire il colloquio tra la nostra polizia municipale e la gente. E’ chiaro, poi, che conseguentemente riusciamo a svolgere anche una funzione di controllo e prevenzione». La spesa per questo progetto si aggira intorno ai 35 mila euro, in pratica il costo dello special pulmino. «Che sarà pronto tra qualche settimana – conclude il comandante della polizia municipale Franco Travaglia – ossia non appena la ditta incaricata ne avrà completato l’allestimento. Su questi mezzi, dotati di apparecchiature informatiche, sarà possibile anche espletare alcune pratiche burocratiche, almeno quelle più semplici e sbrigative».

Nessun Tag Trovato
Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video