giovedì, Giugno 13, 2024
HomeAttualitàSuccesso della tre giorni di San Martino.
L’assessore Vacchiano: «Ora puntiamo a nuove manifestazioni e al turismo tutto l’anno». L’incendio dei voltoni promuove il Natale

Successo della tre giorni di San Martino.

La primavera di San Martino ha fatto la sua parte rendendo ancora più piacevole l’incendio dei Voltoni: la suggestiva cascata di fuochi d’artificio dal cinquecentesco ponte del Canale di mezzo ha confermato tutto il suo fascino tenendo inchiodate migliaia di spettatori sulle rive del canale e sui bastioni della fortezza arilicense. Lo spettacolo pirotecnico ha concluso il sabato di San Martino, giornata centrale del fine settimana di festa dedicato al patrono di Peschiera. «Ci ha fatto enormemente piacere vedere il nostro paese invaso da tanta gente in un mese non turistico», commenta soddisfatta Barbara Vacchiano, assessore alle manifestazioni, «l’amministrazione, in particolare il mio assessorato e quello al commercio di Paolo Melotti, sta lavorando con le associazioni, a cominciare da Associazione operatori economici e pro loco, per concretizzare il progetto di una Peschiera da vivere tutto l’anno. Credo che abbiamo imboccato la strada giusta». Molte le iniziative che hanno animato la programmazione dei tre giorni: gli stand che hanno distribuito caldarroste e bevande calde; il mercatino di piazza San Marco; la Barcaccia di Roberto Puliero, concerti, pesca di beneficenza. Spazio alla festa dunque, ma anche alle cerimonie religiose che, nel giorno del patrono, hanno visto la partecipazione del vesvovo Flavio Roberto Carraro e di monsignor Maffeo Ducoli. Sabato la giornata è stata chiusa dallo spettacolo pirotecnico a sua volta seguito dall’accensione delle luminarie del Canale di mezzo. «È proprio pensando a Peschiera tutto l’anno che si è deciso di far decollare il Natale arilicense da questa grande festa. Accanto ai fiocchi sul canale e alle luci e agli alberelli già posizionati in quasi tutto il paese, vorrei sottolineare il pregio del lavoro fatto su Porta Verona: un’illuminazione che riproduce lo stemma di Peschiera realizzata da Paolo Piazzon». «Insieme a lui», sottolinea Pancera, «vanno ringraziati Marco Federici per l’aspetto organizzativo e Roberto Porcu che ha curato la seconda edizione del concorso enogastronomico Arte in tavola, che è stato il momento conclusivo di questa tre giorni». Nove i ristoranti di Peschiera che si sono sfidati in un’iniziativa che, come ha ribadito Porcu, «vuole essere momento di incontro tra i nostri cuochi e promuovere la qualità della gastronomia e dell’enologia locale, grazie alla collaborazione con il Consorzio del Lugana». Ha vinto il ristorante «Osietra», i cui chef sono stati premiati dal sindaco Umberto Chincarini. «Lo scorso settembre Arilica sapori ha risvegliato molte cose di Peschiera. Va dato merito all’associazione operatori economici di aver lavorato bene e di aver saputo coinvolgere molte altre associazioni. Con tutti loro, come con la pro loco e il suo presidente Nicola Bizzocoli, continueremo a lavorare per promuovere iniziative di qualità e, attraverso loro, la nostra cittadina», ha concluso Chincarini.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video