domenica, Giugno 23, 2024
HomeAttualitàUna bella darsena al posto delle erbacce
L'acquisto provinciale dell'area ad ovest di porto San Nicolò scatena le proposte degli appassionati di vela: eccone una. Paolo Baldo: «E' il modo più elegante di aumentare i posti barca»

Una bella darsena al posto delle erbacce

In questo inverno gardesano insolitamente gelido le barche riposano nei porti. Ma gli uomini di lago, no. Gli uomini di lago (e sono tanti davvero) discutono con fervore proprio di porti: soprattutto dopo che l’acquisto da parte della Provincia dell’area ad ovest di porto San Nicolò (anni fa ribattezzata «Triangolo delle Bermuda») ha aperto la prospettiva che in tempi ragionevolmente brevi si possa metter mano ad un ampliamento dei servizi. Ampliamento necessario sia in acqua (dove i posti barca non riescono tenere il passo di una domanda sempre crescente), sia a terra, dove non c’è nessuno che non veda che le derive a secco di decine di barche e le operazioni della gru sono ristrette in spazi troppo limitati rispetto al bisogno.In attesa, dunque, che Provincia (nuova proprietaria), Comune (sicuro destinatario della concessione) e Lido di Riva (subconcessionaria per conto del Comune) decidano cosa fare del Triangolo delle Bermuda, qualcuno già avanza le sue idee anche pubblicamente. Quel qualcuno è Paolo Baldo che non solo può vantare trent’anni di attività velica internazionale, ma del porto S.Nicolò ha seguito anche tutto l’evolversi fin dal 1984, quando fu avviata la gestione della allora Alberghi Atesini spa. Dopo aver espresso pieno accordo con Giancarlo Angelini (critico, in un recente intervento, rispetto all’ipotesi di un ampliamento a nord dello specchio acqueo a scapito dei parcheggi), Baldo punta l’attenzione proprio sull’area verde ad ovest recentemente acquisita dalla Provincia.«Quest’area – scrive – è da decenni libera ed abbandonata a se stessa, tanto da essere diventata, a poco a poco, una specie di libera discarica. Solo recentemente è stata ripulita, ma restando così le cose, in breve essa di ritornare come prima.Tale area opportunamente e totalmente rimaneggiata, una volta liberata da terra e piante e pavimentata in modo adeguato con la contemporanea posa in opera dei necessari corpi morti e catenarie per creare nuovi posti barca, verrebbe a costituire un’elegante darsena in grado di fare da polmone al vecchio porto, lasciando del tutto integro il prezioso e necessario parcheggio. L’accesso alla spiaggia potrebbe essere garantito da un marciapiede realizzato lungo i lati del nuovo bacino. Per l’accesso delle imbarcazioni si renderebbe invece necessario un canale di qualche metro di larghezza in prossimità della gru.Per quanto riguarda dimensioni, profondità e logistica di eventuali ulteriori pontili galleggianti interni e catenarie, lascio la parola a tecnici più qualificati. Ma ritengo che l’uso suggerito dell’area possa portare almeno cinque benefici: 1) aumento dei posti barca con conseguente aumento delle entrate; 2) migliore immagine della città; 3) possibilità di offrire posti di lavoro in quanto non è pensabile che l’intera area venga curata e controllata da una sola persona, in paricolar modo in alta stagione; 4) migliore ricambio dell’acqua dell’attuale porto; 5) facilità di pulizia e controllo del fondale. Il tutto dovrebbe essere eseguito prima che sull’area si concentrino diversi appetiti. Lasciare le cose come stanno, sarebbe come dire: chi ha il pane, non ha i denti!».BREVI DON PORTAMicologi rivaniin assembleaIl presidenete Renato Gatti ha convocato per domenica 18 gennaio alle 15,30 l’assemblea dei soci. All’ordine del giorno le relazioni del presidente usente sull’attività svolta nel 2003, quella finanziaria del tesoriere, il rinnovo delle cariche sociali e la determinazione della quota sociale 2004. Eventuali candidature per il direttivo (o per il collegio sindacale) vanno comunicate al presidente entro il 10 gennaio. In internet all’indirizzo www.gardafun. com, cliccando su «associazioni» è possibile collegarsi col nuovo sito del gruppo che verrà aggiornato con tutte le notizie riguardanti l’attività del 2004.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video