A Lazise appuntamento con la “Festa della Trebbiatura e dell’aratura”

08/08/2018 in Attualità
Parole chiave:
Di Sergio Bazerla

Ritor­na in local­ità Parolota, fra Lazise e Colà, nel­l’area del­l’azien­da agri­co­la Mar­ca­to,   Fes­ta del­la Treb­biatu­ra e del­l’aratu­ra con mac­chine  agri­cole d’e­poca. Un appun­ta­men­to molto atte­so non solo per gli agri­coltori ma soprat­tut­to per chi vuole rivedere e gustare l’arte anti­ca del­l’aratu­ra, mieti­tu­ra, sgranatu­ra del gra­no e la treb­biatu­ra, lavori ormai desueti e ris­er­vati ad uno sparu­to grup­po di esti­ma­tori del­la colti­vazione del­la ter­ra quale pas­sione  e tradizione. A pro­muo­vere ed orga­niz­zare la man­i­fes­tazione il Grup­po Treb­bi­a­tori di San­drà con il patro­ci­no del­la ammin­is­trazione comu­nale e del Grup­po Ama­tori Mac­chine Agri­cole d’E­poca.

Tre gior­nate intense di attiv­ità e di mostre che pren­dono avvio ven­er­di 10 agos­to alle 17,00 con la mostra sta­t­i­ca delle mac­chine agri­cole d’e­poca. La gior­na­ta pros­egue con la treb­biatu­ra del mais ed infine con la treb­biatu­ra del fru­men­to al calar del sole.

Gior­na­ta super piena saba­to 11 agos­to con la sfi­la­ta dei trat­tori d’e­poca sulle colline del lago di Gar­da, l’an­i­mazione for­ma­ti­va per bam­bi­ni con la “natu­ra a tavola” e la defin­i­ti­va sis­temazione del par­co trat­tori d’e­poca in local­ità Parolot­ta. Nel pomerig­gio anco­ra ani­mazione for­ma­ti­va e treb­biatu­ra del fru­men­to ed in ser­a­ta, al calar del sole, sgranatu­ra del mais.

Domeni­ca 12 alle 10,30 la mostra ver­rà vis­i­ta­ta dalle autorità locali con la pre­sen­za del sin­da­co e con una del­egazione di gemel­li che proven­gono dal­la cit­tà di Rosen­heim, in Baviera. Nel pomerig­gio è pre­vista una pro­va di aratu­ra con trat­tori d’e­poca. Chi è inter­es­sato a goder­si la gior­na­ta con gli ami­ci  Treb­bi­a­tori di san­drà può anche fer­mar­si a gustare la tradizionale cuci­na con trippe pronte, risot­to con tas­tasal, carne salà, carne allo spiedo, stra­cot­to d’asi­no, porchet­ta perfi­no al tro­ta en sàor.

Siamo feli­ci di avere anco­ra una vol­ta gli ami­ci di Rosen­heim — spie­ga Augus­to Mod­e­na — per­chè fes­teggiano con noi queste tradizioni. Siamo reduci da una visi­ta a casa loro che abbi­amo com­pi­u­to a fine luglio pro­prio per rin­sal­dare la nos­tra ami­cizia.  Quest’an­no l’edi­zione  del­la fes­ta del­la treb­biatu­ra è antic­i­pa­ta rispet­to al peri­o­do fer­ragostano vero e pro­prio ma non mancher­e­mo di lavo­rare volon­tari­a­mente per ren­dere mer­av­igliosa anche ques­ta edi­zione 2018.La pas­sione è il nos­tro uni­co incen­ti­vo a fare — con­clude Mod­e­na — pro­prio per­ché questi val­ori e queste tradizioni non si per­dano e vengano scop­erte e capite dalle gio­vani gen­er­azioni.”

Parole chiave: