Lavori pubblici per sistemare vie e parcheggi: 970mila euro

A Lonato

19/12/2002 in Attualità
Di Luca Delpozzo
Lonato

Una com­ple­ta riqual­i­fi­cazione delle vie Mon­te­bel­lo e Bor­go­clio, con la for­mazione di un grande parcheg­gio in via Madon­ni­na. Un cos­to com­p­lessi­vo che viag­gia a base d’asta su qua­si 2 mil­iar­di in vec­chie lire, o se vogliamo dirla in euro, cir­ca 970 mila. Per la Giun­ta di cen­trosin­is­tra, gui­da­ta da Moran­do Peri­ni un inter­ven­to des­ti­na­to, come per i lavori sul quartiere cit­tadel­la ora­mai ulti­mati, ad incidere forte­mente sul­la «qual­ità» urban­is­ti­ca di Lona­to. Ieri è scadu­to il ter­mine di pre­sen­tazione delle offerte men­tre oggi alle 15 si pro­ced­erà all’apertura delle buste. Almeno una set­tan­ti­na di ditte prove­ni­en­ti da tut­ta Italia han­no mostra­to inter­esse al cantiere lonatese. Via Mon­te­bel­lo scorre a sud del cen­tro stori­co, par­al­le­la­mente alla lin­ea fer­roviaria, con inser­i­men­to dal piaz­za­le del­la Stazione fino al com­p­lesso dell’ex acciaieria Busi. «Si trat­ta di un’opera di grande inter­esse — spie­ga il sin­da­co — che cos­ti­tu­isce la reale alter­na­ti­va al cen­tralis­si­mo cor­so Garibal­di. Una tan­gen­ziale des­ti­na­ta al traf­fi­co leg­gero che intasa il capolu­o­go, e che tro­verà invece ora un per­cor­so alter­na­ti­vo». Attual­mente, via Mon­te­bel­lo si pre­sen­ta molto stret­ta, sen­za mar­ci­apie­di ed estrema­mente peri­colosa. Tut­to questo cam­bierà: la car­reg­gia­ta diven­terà di otto metri, mar­ci­apie­di lat­er­ali in sicurez­za per i pedoni, innesti rego­lari. I parcheg­gi sono da sem­pre un prob­le­ma per il capolu­o­go. L’amministrazione è inter­venu­ta con deci­sione indi­can­do nel Piano tri­en­nale delle opere pub­bliche un vero e pro­prio Piano dei parcheg­gi. In totale 4. Quel­lo che sarà real­iz­za­to insieme con l’ampliamento di via Mon­te­bel­lo si col­lo­ca ad est, a lato di via Salmis­ter con acces­so da via Madon­ni­na. Qui sareb­bero creati 50 preziosi posti auto. I lavori, prob­a­bil­mente, a primavera