Convenzione tra amministrazione e privati per l’uso di un passaggio demaniale. Percorribile solo di giorno, potranno transitare solo mezzi di emergenza

Accesso al lago aperto ai Sentieri Dopo mezzo secolo di polemiche

26/04/2002 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
Lazise

Sono in fase di ulti­mazione i lavori per pot­er accedere lib­era­mente all’area dema­niale lacus­tre in local­ità Sen­tieri. L’accesso è garan­ti­to travver­so una stra­da pedonale, larga non più di cinque metri, che fiancheg­gia per un trat­to la pro­pri­età pri­va­ta dei Cantieri Mod­e­na e quel­la del Berni­ni per poi pros­eguire in direzione di Pacen­go costeggian­do la riva del lago. L’accesso pub­bli­co al lago è risul­ta­to pos­si­bile, dopo qua­si mez­zo sec­o­lo di con­tes­tazioni, con una con­ven­zione stip­u­la­ta dal Comune con la soci­età Park Due. L’accordo oltre ad aver assun­to impor­tan­za ril­e­vante sot­to il pro­fi­lo urban­is­ti­co e tur­is­ti­co, nel­lo stes­so tem­po ha con­sen­ti­to di atti­vare da parte dei pri­vati opere di notev­ole inter­esse pub­bli­co, nonché l’impegno degli stes­si a tenere in ordine un lun­go trat­to di spi­ag­gia e provvedere alla sicurez­za not­tur­na in fre­gio al lago. Per questo sono sta­ti col­lo­cati all’ingresso del per­cor­so dei sis­te­mi che bloc­cano il pas­sag­gio di mezzi a motore, super­abili soltan­to con un servizio di chia­ma­ta per il tran­si­to di por­ta­tori di hand­i­cap o per il servizio di pron­to soc­cor­so nel­la sta­gione esti­va. L’accesso dema­niale sarà chiu­so da mez­zan­otte e mez­za alle 7 del mat­ti­no per non creare dis­tur­bo ai pre­sen­ti nel vici­no campeg­gio. Il fon­do del­la strad­i­na è sta­to real­iz­za­ta per un trat­to con mas­sel­li di cemen­to auto­bloc­can­ti a quo­ta nor­male del ter­reno in quan­to, sovrar­i­alza­to, sarebbe risul­ta­to di notev­ole impat­to ambi­en­tale. Il per­cor­so è però crit­i­ca­to da alcu­ni vis­to che potrebbe essere alla­ga­to nel caso il liv­el­lo delle acque del lago superasse le quote nor­mali, invaden­do nel­lo stes­so tem­po anche una parte del campeg­gio. Il trat­to di passeg­gia­ta a fronte lago è invece in ter­ra bat­tuta e l’erosione del­la spi­ag­gia è con­trasta­ta dei pan­nel­li frangiflutti.