Manca la toponomastica in molte aree di nuovo insediamento Così in via Vallesana i residenti hanno installato una tabella. Il Comune: «Tutto a posto in due anni»

Al nome della strada provvede il fai da te

28/02/2001 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Sergio Bazerla

Topono­mas­ti­ca da te in local­ità Valle­sana, la stra­da che da via Croce va ver­so i San­ti e a Cal­masi­no. Dopo le curve, quan­do inizia la sali­ta ver­so i San­ti, local­ità divenu­ta famosa per la pre­sen­za dell’antica chieset­ta in cor­so di restau­ro, alcu­ni res­i­den­ti han­no deciso di sos­ti­tuir­si alla pub­bli­ca ammin­is­trazione e han­no instal­la­to una tabel­la in lamiera bian­ca con la scrit­ta: via Valle­sana 15/a e 15/b. E così chi­unque dovesse recar­si in zona Valle­sana potrà rin­trac­cia­re sia la local­ità che i numeri civi­ci. A Lazise, come a Colà, è inagev­ole iden­ti­fi­care una via o un vico­lo. Non c’è una tabel­lazione vis­i­bile. Solo il cen­tro stori­co è dota­to di una vera topono­mas­ti­ca. La per­ife­ria difet­ta di questo indis­pens­abile servizio alla col­let­tiv­ità. Solo Pacen­go è ben strut­tura­to con nuo­vis­sime tabelle. Restano da sis­temare appun­to Colà e Lazise. I due cen­tri, pro­prio in questi ulti­mi anni, han­no vis­to un forte inur­ba­men­to. A Colà, gra­zie anche alle terme, l’espansione edilizia ha inter­es­sato la zona dei Vigneti, delle Tende, del Pir­laron, del­la Madon­na del­la neve. A Lazise le zone anco­ra scop­erte sono I Paiari, Prele­or, La Casara, Zap­po, Barun, La Mata. «L’operazione sta andan­do avan­ti piano in quan­to ci sono prob­le­mi buro­crati­ci», spie­ga l’assessore Mar­cel­lo Rizzi, «ogni famiglia deve preparare doc­u­men­ti, ricon­seg­narli all’ufficio sta­to civile per il cam­bio del­la local­ità, poi si pro­cede alla col­lo­cazione delle tabelle. Il prob­le­ma diven­ta pesante sia per i cit­ta­di­ni che per l’amministrazione. Oggi poi pro­ce­di­amo a rilen­to per­ché siamo in dirit­tura d’arrivo con le elezioni politiche e dob­bi­amo con­seg­nare i cer­ti­fi­cati elet­torali. In pre­sen­za di cam­bio di ind­i­riz­zo tut­to diven­ta più dif­fi­cile, oserei dire trau­mati­co». L’amministrazione ha comunque piani­fi­ca­to l’intera oper­azione che avrà valen­za biennale.

Parole chiave: