Alla fine Vedovato ce l’ha fatta: sarà il nuovo Re del Goto

10/02/2015 in Attualità
Parole chiave: -
Di Sergio Bazerla

Fra i due sfi­dan­ti per lo scettro di Re del Goto ha vin­to Adol­fo Vedova­to det­to Nino. E sarà lui ad essere incoro­na­to domeni­ca 15 feb­braio alle 14,30 in piaz­za Don Van­ti­ni pri­ma di dare l’avvio alla sfi­la­ta dei car­ri alle­gori­ci e delle mascher­ine.

Nino Vedova­to ha bat­tuto  Gui­do Bozzi­ni con 147 voti con­tro i 123 ottenu­ti dal­lo sfi­dante.

La cor­sa alle urne per l’elezione del nuo­vo Re del Goto è sta­ta con­tin­ua. E non sono cer­to man­cate le buone bevute e le ottime man­giate ai chioschi gas­tro­nomi­ci col­lo­cati nei gia­r­di­ni di piaz­za Don Van­ti­ni. Dami­giane di buon Bar­dolino e bian­co Cus­toza han­no fat­to da coro­na alla polen­ta con il lar­do e con il cotechi­no. Non da meno l’ot­ti­mo fogassin sul­la gradela real­iz­za­to da Ange­lo Brente­gani.

Anco­ra una vol­ta la nos­tra maschera ha atti­ra­to tan­ta gente al seg­gio — spie­ga Diego Zanet­ti del comi­ta­to Ami­ci del — per­ché il Re del Goto è diven­ta­to un vero e pro­prio sim­bo­lo del veronese. E’ arriva­ta gente anche dai pae­si lim­itrofi, dal­la cit­tà e perfi­no dal man­to­vano. Non va poi sottaci­u­to che il nos­tro , anche se pic­col­i­no — con­tin­ua Zanet­ti — è una azione di coin­vol­gi­men­to di tut­to il paese. E poi noni fac­ciamo, quan­do si può, anche un pochi­no di benef­i­cen­za. E con i tem­pi che cor­rono anche questo va bene.”

Ser­gio Baz­er­la

Parole chiave: -