La struttura lonatese ospiterà sia il prossimo campionato del mondo che quello continentale di tiro a volo

Anche nel 2019 Lonato del Garda ospiterà il campionato del mondo di tiro a volo

03/12/2018 in Attualità
Parole chiave: -
Di Redazione

Lona­to è di nuo­vo cap­i­tale mon­di­ale del . L’assemblea gen­erale del­la ISSF (Inter­na­tion­al Shoot­ing Sport Fed­er­a­tion) riu­ni­ta a Mona­co di Baviera, in Ger­ma­nia, ha asseg­na­to all’Italia l’organizzazione del cam­pi­ona­to irida­to di , che si ter­rà nel mese di luglio 2019. La can­di­datu­ra del Con­caverde di Lona­to del Gar­da ha ottenu­to 140 voti, con­tro i 109 di Lar­naca (Cipro) e i 14 di Grana­da (Spagna). Si trat­ta di una stor­i­ca “doppi­et­ta”, pro­prio nell’anno che pre­ced­erà le Olimpia­di di Tokyo 2020, in quan­to l’impianto lonatese era già sta­to des­ig­na­to per ospitare, nel prossi­mo mese di set­tem­bre, gli Europei, che asseg­n­er­an­no otto carte olimpiche, sud­di­vise equa­mente tra trap e skeet maschile e fem­minile.

«Siamo ono­rati del­la dimostrazione di fidu­cia da parte delle tante nazioni che han­no appog­gia­to la nos­tra can­di­datu­ra — ha dichiara­to Ivan Carel­la, pres­i­dente del­la strut­tura ospi­tante – e lavor­ere­mo sodo affinché questo attes­ta­to di fidu­cia pos­sa rap­p­re­sentare un ulte­ri­ore momen­to di cresci­ta per un movi­men­to rag­giante e vivo come è il tiro a volo, sport in cui l’Italia van­ta una con­sol­i­da­ta e vin­cente tradizione. Questo risul­ta­to è il frut­to dell’ottimo lavoro svolto e dell’organizzazione che Lona­to ha sem­pre cer­ca­to di pro­porre, den­tro e fuori le pedane di tiro. Un lavoro che si è anda­to incre­men­tan­do nel cor­so degli anni, durante i quali abbi­amo avu­to l’onore di ospitare numerosi even­ti inter­nazion­ali, tra cui il pri­mo cam­pi­ona­to del mon­do ris­er­va­to agli atleti con dis­abil­ità del­lo scor­so otto­bre. Ora ci attende una nuo­va impeg­na­ti­va impre­sa e, con­tan­do sul­la preziosa espe­rien­za accu­mu­la­ta e sul sosteg­no del­la Fed­er­azione, siamo nuo­va­mente pron­ti a fare cen­tro». Si trat­ta del­la terza vol­ta che l’impianto lonatese viene scel­to per la mas­si­ma rasseg­na iri­da­ta, dopo i cam­pi­onati del mon­do del 2005 e quel­lo, con record di pre­sen­ze, del 2015.

«È un grande risul­ta­to che l’Italia por­ta a casa mal­gra­do un cli­ma decisa­mente dif­fi­cile – ha com­men­ta­to Luciano Rossi, pres­i­dente del­la FITAV (Fed­er­azione Ital­iana Tiro a Volo) —  La nos­tra cred­i­bil­ità ha con­vin­to più di tut­to il resto. Siamo la Nazione leader in questo sport e lavor­ere­mo per con­tin­uare ad esser­lo. Il prossi­mo anno ci aspet­tano molte sfide orga­niz­za­tive e l’ospitalità ital­iana regalerà a tut­ti un’esperienza indi­men­ti­ca­bile».

Parole chiave: -