1SAFE – L’App per sentirsi al sicuro

Arriva a Sirmione l’app di sicurezza partecipata utilizzabile da tutti i cittadini

14/02/2020 in Attualità
Parole chiave:
Di Redazione

Garan­tire la sicurez­za ai pro­pri cit­ta­di­ni è da sem­pre uno dei capisal­di del pro­gram­ma dell’Amministrazione Comu­nale. Ecco per­ché Sirmione ha deciso di aderire al prog­et­to 1SAFE: da questo 2020 sarà infat­ti atti­vo il sis­tema di mon­i­tor­ag­gio che per­me­tte al Comune e alle autorità pre­poste di con­trol­lare le seg­nalazioni for­nite dai cit­ta­di­ni sulle poten­ziali situ­azioni di peri­co­lo nel pro­prio territorio.

Con­vin­ti che ogni cit­tadi­no pos­sa con­tribuire alla sicurez­za del ter­ri­to­rio, gra­zie all’App 1Safe avre­mo un’ulteriore oppor­tu­nità: uno stru­men­to di comu­ni­cazione più veloce e diret­ta tra cit­tadi­no e uffi­ci comu­nali” com­men­ta il Sin­da­co Luisa Lavelli.

1Safe rien­tra tra i molti inter­ven­ti final­iz­za­ti alla sicurez­za del ter­ri­to­rio, uno degli obi­et­tivi pri­or­i­tari del­la nos­tra ammin­is­trazione. Con questo stru­men­to sarà pos­si­bile ottimiz­zare la ges­tione delle seg­nalazioni rice­vute dai cit­ta­di­ni per dare risposte imme­di­ate alle più diverse esi­gen­ze” così Rober­to Cam­pag­no­la, Asses­sore alla sicurez­za e .

 

Cosa è 1SAFE?

1SAFE è un sis­tema di sicurez­za parte­ci­pa­ta, che mette a dis­po­sizione di ogni cit­tadi­no la pos­si­bil­ità di seg­nalare situ­azioni anomale e poten­zial­mente peri­colose, uti­liz­zan­do un’App disponi­bile in 6 lingue, scar­i­ca­bile gra­tuita­mente dagli store per Android e iOs.

Le seg­nalazioni che pos­sono essere effet­tuate tramite la piattafor­ma 1SAFE sono moltepli­ci: dal fur­to di vei­co­lo, all’incidente stradale, poten­ziali situ­azioni di dis­tur­bo, even­ti meteo, aggres­sioni, atti van­dali­ci, truffe, incen­di, per­sone sospette o moleste, seg­nalazioni con­nesse alla sos­ta irre­go­lare di veicoli come l’occupazione sen­za tito­lo di uno stal­lo al servizio di per­sone invalide, alberi divelti, seg­nalazioni iner­en­ti il verde pub­bli­co e pri­va­to, seg­nalazioni sul mal­go­v­er­no di ani­mali, buche, illu­mi­nazione pub­bli­ca car­ente, ogget­ti smar­ri­ti, rifiu­ti abban­do­nati, tombi­ni guasti o perdite d’acqua, ed anco­ra, veicoli abban­do­nati, ven­di­tori abu­sivi, molestie olfat­tive, situ­azioni di peri­co­lo gener­i­co di edi­fi­ci occu­pazioni abu­sive di suo­lo, natan­ti alla deriva.

Non solo, sarà pos­si­bile seg­nalare spi­acevoli casi di abban­dono degli ani­mali e facil­itare l’intervento degli enti opportuni.

L’operatività di 1SAFE è garan­ti­ta 24h/24h, con una cop­er­tu­ra effet­tua­ta dal Comune fino alle 22, men­tre il servizio durante le ore not­turne sarà effet­tua­to dal­la soci­età Fideli­tas Spa.

Tutte le seg­nalazioni sono soggette alla val­u­tazione di un algo­rit­mo brevet­ta­to che ne definisce il gra­do di affid­abil­ità; tale indice può crescere o decrescere in fun­zione del­la cred­i­bil­ità del seg­nala­tore e del­la con­fer­ma o smen­ti­ta di altri utenti.

1SAFE può essere uti­liz­za­ta in modal­ità anon­i­ma, con la pos­si­bil­ità di visu­al­iz­zare gli even­ti ma sen­za pot­er fare seg­nalazioni, o come utente reg­is­tra­to con il pro­prio numero di tele­fono che in caso di seg­nalazione sarà vis­i­bile solo all’Autorità.

L’utente reg­is­tra­to, dal pro­prio smart­phone, può vedere la map­pa del luo­go in cui si tro­va e, se ravvisa un even­to che mina la sicurez­za, può seg­nalar­lo sem­plice­mente pre­men­do un pul­sante, indi­can­do il tipo di peri­co­lo per­cepi­to (aggres­sione, fur­to, per­sona sospet­ta, inci­dente, etc.).

1SAFE crea imme­di­ata­mente un pun­to di allarme sul­la map­pa. In questo modo tut­ti gli uten­ti che han­no l’App e che si trovano nelle vic­i­nanze o che han­no sal­va­to quell’area come di pro­prio inter­esse (per esem­pio: la pro­pria abitazione, la scuo­la dei figli, la res­i­den­za dei gen­i­tori…), ricevono un alert restando sem­pre aggior­nati su ciò che accade.

Rice­vu­ta la noti­fi­ca di allarme, col­oro che si trovano nel rag­gio visi­vo dell’evento, pos­sono con­fer­mare o smen­tire la seg­nalazione, con­tribuen­do ad aumen­tarne o diminuirne l’affidabilità.

Così strut­tura­ta l’App per­me­tte ai cit­ta­di­ni di con­tare su una nuo­va for­ma di sicurez­za parte­ci­pa­ta: il sis­tema non richiede la con­di­vi­sione del pro­prio numero di tele­fono con sconosciu­ti, né impone un lim­ite numeri­co degli uten­ti da avvis­are. Fun­ziona gra­zie al sis­tema di geolo­cal­iz­zazione che indi­vid­ua la posizione pre­cisa dell’evento e, non essendo pos­si­bile l’inserimento di testo aggiun­ti­vo, inibisce ogni uti­liz­zo impro­prio del­la piattaforma.

Al via quin­di il pri­mo peri­o­do di rodag­gio per ottimiz­zare le pro­ce­dure di anal­isi delle seg­nalazioni e di inter­ven­to, nel minor tem­po pos­si­bile. La col­lab­o­razione di tut­ti i cit­ta­di­ni sarà cen­trale per la buona rius­ci­ta del progetto.

Parole chiave: