L’iniziativa è delle sezioni Aido e vuole promuovere la cultura della donazione. Si tufferanno in 50 da tre punti della costa del paese per raggiungere Toscolano con un corteo di barche e sub

Attraversano a nuoto il lago per solidarietà

12/07/2009 in Attualità
Di Luca Delpozzo
Gerardo Musuraca

La parten­za del­la tra­ver­sa­ta del­la scor­sa estateDal 2007 il solal­izio ha avvi­c­i­na­to le due realtà che agis­cono entrambe per sen­si­bi­liz­zare la popo­lazione sul­la neces­sità del­la don­azione e dei trapi­anti di organi.Oggi alle 16.30, da tre pun­ti dis­tin­ti del­la cos­ta di Tor­ri e cioè dal por­to, dal­la sede del­lo Yacht­ing Club e dal Lido, 50 temer­ari par­ti­ran­no a nuo­to per rag­giun­gere Toscolano Mader­no. Il ritro­vo è fis­sato poco pri­ma del­la parten­za nel­la piaz­za del por­to di Torri.All’iniziativa del Grup­po bres­ciano «Rober­to Nov­el­li Boris», già medaglia d’oro al mer­i­to del­la san­ità pub­bli­ca con decre­to del Pres­i­dente del­la Repub­bli­ca, han­no ader­i­to i comu­ni di San Felice e di Tor­ri, Unione dei comu­ni del­la Valte­n­e­si, bres­ciana, Provin­cia di Bres­cia, e sponsor.Un grup­po affi­ata­to che, gra­zie anche al volon­tari­a­to degli di Portese e di Toscolano, nucleo som­moz­za­tori del grup­po volon­tari del Gar­da, quel­li bres­ciani del­la Leones­sa e del Tri­tone sub di Desen­zano, ren­derà sicu­ra la traversata.«I sette chilometri», spie­ga il pres­i­dente del­l’Ai­do di San Felice, Fioren­zo Mas­neri, «ver­ran­no superati da 50 volon­tari per unire ideal­mente tut­ti nel­lo sfor­zo di sal­vare vite umane e dare sper­anze a chi ha malat­tie tan­to serie da richiedere il trapianto».Anche se i dati sui trapi­anti in ter­ra veronese e in quel­la bres­ciana sono lus­inghieri, «c’è sem­pre bisog­no di fare opera di sen­si­bi­liz­zazione ver­so la don­azione», fan­no sapere i volontari.Il via alla tra­ver­sa­ta, che sarà assis­ti­ta da medici, infer­mieri e ambu­lanze sia a ter­ra che in acqua, sarà alle 16.30. L’ar­ri­vo, tem­po mas­si­mo di per­cor­ren­za quat­tro ore, sarà all’ex par­co ippi­co di Toscolano Mader­no, con fes­ta, musi­ca e grigliata.Per la pri­ma edi­zione del­la tra­ver­sa­ta Tor­ri — Mader­no, avvenu­ta il 30 giug­no 2007, si era­no mobil­i­tate svari­ate centi­na­ia di per­sone. L’inizia­ti­va ave­va avu­to un grande suc­ces­so e l’in­ten­zione delle asso­ci­azioni Aido di San Felice e Tor­ri è di riconfermarla.«Nel 2007», aggiunge Mas­neri, «era­no 12 i temer­ari che si sono presta­ti a ques­ta tra­ver­sa­ta. Nel 2008 siamo arrivati a 40 e per quest’an­no abbi­amo chiu­so le iscrizioni a 50, anche se le richi­este che sono arrivate sono state il doppio dei posti disponibili».Masneri ha chiu­so a quo­ta 50, dato che «a ogni volon­tario cor­risponde una bar­ca durante la tra­ver­sa­ta». Cioè 50 barche di pri­vati, oltre a quelle dei soc­cor­si e dei sub, seguiran­no ogni nuo­ta­tore, «in modo che la sicurez­za sia mas­si­ma». Una macchi­na orga­niz­za­ti­va impo­nente, che si muove dal­l’inizio di ogni ano, e che è sem­pre e solo basa­ta sul volon­tari­a­to di cias­cuno.