Rinforzi fra Desenzano e Sirmione

Basso lago, al lavoro sei carabinieri in più

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
f.mo.

Novità alla Com­pag­nia di Desen­zano. Il cap­i­tano Fran­co Giandino­to, con­clu­so il cor­so a Roma, è sta­to pro­mosso mag­giore. Con­tin­uerà, per almeno un anno anco­ra, a guidare la caser­ma. E in Com­pag­nia sono giun­ti rin­forzi. Sei nuovi cara­binieri si aggiun­gono ai mil­i­tari già in servizio. Un poten­zi­a­men­to dis­pos­to in vista del peri­o­do esti­vo con un flus­so tur­is­ti­co che, nei fine set­ti­mana e nel pieno dell’estate, qua­dru­pli­ca la popo­lazione di Desen­zano e Sirmione. Sen­za con­tare i vacanzieri che nei fine set­ti­mana rag­giun­gono il bas­so Gar­da. Pro­prio per fron­teggia­re un mag­gior numero di pre­sen­ze e una malavi­ta che alza il tiro con fur­ti d’auto e nelle case, ma anche nei campeg­gi, res­i­dence e alberghi, oltre allo spac­cio del­la dro­ga, quat­tro cara­binieri ver­ran­no imp­ie­gati sino a set­tem­bre a Desen­zano; gli altri due mil­i­tari rin­forzano la caser­ma di Sirmione. Medi­a­mente ogni notte la com­pag­nia di Desen­zano uti­liz­za tra i cinque e i sei equipag­gi. Oltre al Nucleo radiomo­bile oper­a­no anche pat­tuglie in borgh­ese. Una pre­sen­za che funge da deter­rente. In calo risul­tano i fur­ti nelle abitazioni anche per­ché tem­pes­tivi sono gli inter­ven­ti dei cara­binieri dopo aver rice­vu­to tele­fonate sul 112 che seg­nalano per­sone sospette o ladri in azione. Ogni notte cara­binieri e agen­ti del Com­mis­sari­a­to di Desen­zano fer­mano per con­trol­li decine di per­sone. Numerosi gli immi­grati clan­des­ti­ni, soprat­tut­to dell’est, notati tra giug­no e luglio sul Gar­da. I fur­ti risul­tano in calo rispet­to all’anno scorso.

Parole chiave: