DOPO QUELLA PER L’OSPEDALE DI MANERBIO, ARRIVATA L’AUTOAMBULANZA NUOVA ANCHE PER I NOSOCOMI DI DESENZANO E GAVARDO

BORELLI: “L’AZIENDA HA INVESTITO OLTRE 185.000 EURO

Di Luca Delpozzo

Dopo l’acquisto di un’autoambulanza per il Pre­sidio di Maner­bio e Leno, (un Fiat Duca­to 2,8 TD costa­to cir­ca 50.000 euro), come annun­ci­a­to, sono arrivate in questi giorni le altre due autoam­bu­lanze des­ti­nate ai Pre­si­di di Desen­zano e Gavar­do. A comu­ni­care la notizia il Diret­tore Gen­erale Mau­ro Borel­li: “Con l’arrivo di questi altri due mezzi – spie­ga Borel­li -, non abbi­amo di cer­to fat­to econo­mia per rin­no­vare sen­si­bil­mente il par­co autoam­bu­lanze dell’Azienda e, soprat­tut­to, per garan­tire un migliore servizio ai cit­ta­di­ni. Infat­ti, se teni­amo con­to anche di quel­la giun­ta nel­la Bas­sa bres­ciana, l’investimento è sta­to di cir­ca 185.000 euro”. Che tipi di mezzi sono sta­ti acquistati?A dif­feren­za di quel­la di Maner­bio, acquis­ta­ta tramite una for­ni­tu­ra nazionale CONSIP, quest’altre due (dal cos­to di cir­ca 62.500 euro) sono state invece acquis­tate ed equipag­giate da una dit­ta leader nel set­tore, l’EDM di For­lì. Questi due mezzi del­la Wolk­swa­gen, sono sta­ti real­iz­za­ti rispet­tan­do le severe nor­ma­tive europee, sono tur­bod­iesel ed a trazione inte­grale e saran­no messe a dis­po­sizione per i servizi di soc­cor­so 118 del Bas­so Gar­da e del­la Valle Sabbia”.Direttore, lei pri­ma ha par­la­to di un inves­ti­men­to sen­za fare trop­pa econo­mia. Perché?“Prima di tut­to, cre­do sia impor­tante evi­den­ziare, che per un’Azienda Ospedaliera inve­stire qua­si 200.000 euro per tre autoam­bu­lanze, è uno sfor­zo davvero impor­tante quan­to doveroso per la nos­tra uten­za. Infat­ti, cre­do che sia fon­da­men­tale pot­er dis­porre d’automezzi piana­mente oper­a­tivi su qual­si­asi ter­reno (basti pen­sare ai dis­a­gi dovu­ti alle nevi­cate di quest’inverno), in gra­do di trasportare e nel minor tem­po pos­si­bile ed in tut­ta sicurez­za sia per il paziente sia per gli addet­ti ai lavori, cre­do che sia un fat­to dovu­to. Infine, cre­do molto impor­tante che questi mezzi vadano a poten­ziare il servizio 118 che ha nei Pron­to Soc­cor­so di Desen­zano e Gavar­do, due impor­tan­ti terminali”.