La Biblioteca comunale esce allo scoperto. Insediata nel novembre scorso la nuova commissione di gestione ha messo a punto il calendario delle prime iniziative e lo presenterà sabato alle 15,30 a palazzo Carlotti.

Buona cucina e nuovo Galateo La Biblioteca vi apre lo scrigno

21/01/2000 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Alvaro Joppi

La Bib­liote­ca comu­nale esce allo scop­er­to. Inse­di­a­ta nel novem­bre scor­so la nuo­va com­mis­sione di ges­tione ha mes­so a pun­to il cal­en­dario delle prime inizia­tive e lo pre­sen­terà saba­to alle 15,30 a palaz­zo Carlotti.“Ci siamo mossi aven­do pre­sente pre­cisi obi­et­tivi e in par­ti­co­lare, fa pre­sente Car­la Brunel­li pres­i­dente del­la com­mis­sione, il poten­zi­a­men­to del­la pre­sen­za del­la Bib­liote­ca in tut­to il tes­su­to cul­tur­ale, sociale ed eco­nom­i­co del ter­ri­to­rio con una atten­zione al coor­di­na­men­to delle altre asso­ci­azioni cul­tur­ali che oper­a­no nel Comune. Con quest’ot­ti­ca ci siamo impeg­nati in inizia­tive gen­er­ali e par­ti­co­lari legate agli inter­es­si gio­vanili aven­do però come pun­to di parten­za sia il poten­zi­a­men­to del­la strut­tura orga­niz­za­ti­va che la rac­col­ta di infor­mazioni sul gradi­men­to delle inizia­tive e una ver­i­fi­ca costante dei desideri espres­si e non da parte dei cit­ta­di­ni. Ed è sul­la scor­ta di questi ind­i­rizzi che sono sta­ti mes­si a pun­to, pre­cisa la pres­i­dente, i prog­et­ti: “Cul­tura… in cuci­na” e “Gala­teo”, men­tre altre inizia­tive sono in fase di avan­za­ta pro­gram­mazione e ver­ran­no def­i­nite tra feb­braio e marzo”.Sì parte a feb­braio con “Cul­tura… in cuci­na”, un pro­gram­ma arti­co­la­to per due dis­tinte cat­e­gorie di uten­ti e ben tré modal­ità di parte­ci­pazione per i pro­fes­sion­isti del­la cuci­na e per chi in famiglia è appas­sion­a­to “al far cuci­na”. Rela­tori del “mar­ket­ing in cuci­na” esper­ti di mar­ket­ing gas­tro­nom­i­co, psi­colo­gi, esper­ti gas­trono­mi, docen­ti ed esper­ti di arte del ter­ri­to­rio, di ricette orig­i­nali. Quat­tro incon­tri a mar­zo con l’o­bi­et­ti­vo di val­oriz­zare il giaci­men­to gas­tro­nom­i­co e cul­tur­ale del ter­ri­to­rio in un’­op­er­azione con­giun­ta tra ris­tora­tori, agri­coltura del ter­ri­to­rio ad enti turistici.Due le pro­poste invece “al far cuci­na” in famiglia: due ser­ate al ris­torante “Al Fran­toio” di Pesina con due qual­i­fi­cati cuochi a pro­porre ed elab­o­rare altret­tan­ti menu assieme agli allievi appas­sion­ati ghiot­toni e quat­tro con­ver­sazioni al “Bar Mazz­i­ni” di Capri­no per par­lare, con prove dì assag­gio, di vino e di olio.Più impeg­na­ti­va l’al­tra inizia­ti­va quel­la ded­i­ca­ta al “Gala­teo”, con con­ver­sazioni e film a par­tire dall’11 di feb­braio e con­clu­sione a metà mag­gio. “Non è stra­no che nel mon­do con­tem­po­ra­neo, avvertono i pro­mo­tori del­l’inizia­ti­va, si torni a par­lare di Gala­teo. Gala­teo non è “quel­lo che bisogna fare o quel­lo che non bisogna fare” ma il per­ché quel­la cosa si può fare e quel­l’al­tra non si può fare. Il tut­to viene anal­iz­za­to in una serie di sette con­ver­sazioni (al ven­erdì) su temi che oggi fan­no parte del nos­tro vivere quo­tid­i­ana­mente in rap­por­to con gli altri. La rif­les­sione crit­i­ca si com­ple­ta con una rasseg­na di sette film recen­ti (al mer­coledì) che amplia e meglio chiarisce gli aspet­ti di un “nuo­vo inten­dere il Gala­teo”.

Parole chiave: